“De Chirico, Sironi, Depero”: a Gubbio la collezione Rimoldi curata da Sgarbi Il progetto è un viaggio nella pittura italiana del Novecento realizzato attraverso la passione collezionistica di Mario Rimoldi

440

Al via da oggi a Gubbio (Pg), la mostra “De Chirico, Sironi, Depero…. Le Regole alle Logge”. Curata da Vittorio Sgarbi, l’iniziativa resterà aperta fino al 05 Novembre 2017 presso il Salone delle Logge dei Tiratori della Lana.

Una mostra di grandissimo valore artistico-documentario, si legge nel comunicato stampa, ma anche un appuntamento culturale che ha un significato storico e simbolico per l’intera comunità eugubina. Viene inaugurato oggi martedì 2 maggio il percorso espositivo “De Chirico, Sironi, Depero…. Le Regole alle Logge” voluto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e organizzato dalla Fondazione CariPerugia Arte presso il Salone delle Logge dei Tiratori della Lana.

La collezione Rimoldi

Il progetto, a cura di Vittorio Sgarbi, è un viaggio nella pittura italiana del Novecento realizzato attraverso la passione collezionistica di Mario Rimoldi (1900-1974), la cui straordinaria raccolta d’arte si trova oggi, per volere degli eredi, in gran parte presso la Casa delle Regole di Cortina d’Ampezzo, che ha generosamente concesso alla Fondazione il prestito di 36 importanti opere.

Oggi l’inaugurazione con Sgarbi

All’inaugurazione, che si tiene oggi, martedì 2 maggio a partire dalle 16.30 presso la Sala ex Refettorio del Convento di San Francesco, a Gubbio, saranno presenti: Giampiero Bianconi, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia; Cristina Colaiacovo, Vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia; Fabrizio Stazi, Segretario Generale della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia; Giuseppe Depretis, Presidente della Fondazione CariPerugia Arte. Interverrà il curatore Vittorio Sgarbi. Seguirà la visita alla mostra presso le Logge dei Tiratori, spazio espositivo di proprietà della Fondazione che torna così a disposizione del pubblico dopo l’importante lavoro di restauro a cui è stato sottoposto.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS