Milano, schianto fatale fra due auto: si costituisce il conducente fuggito L'uomo, un 30enne slavo, si era dato alla fuga dopo aver centrato un'altra vettura, provocando la morte di un 57enne.

342
schianto

Si è costituito, telefonando alla polizia dall’ospedale di Rho, dove era andato probabilmente per farsi medicare, l’uomo che stamattina aveva colpito in pieno un’altra automobile, provocando un terribile incidente, scendendo poi dalla sua vettura e fuggendo a piedi, lasciando l’altro conducente agonizzante all’interno dell’abitacolo: si tratta di un 30enne di origini slave. Uno schianto tremendo quello avvenuto questa mattina a Milano, quando due macchine sono entrate in collisione provocando uno schianto fatale. L’uomo rimasto all’interno dell’auto è infatti morto poco dopo, rendendo inutile la corsa dei mezzi di soccorso verso il più vicino presidio sanitario, il “Santa Rita”. Nel frattempo, le Forze dell’ordine avevano iniziato una vera e propria caccia all’uomo per rintracciare il pirata della strada che, dopo aver provocato l’incidente, si era dato alla fuga senza prestare aiuto all’autista ancora in vita. La vittima, Livio Chiericati, di 57 anni e residente a Cornaredo, è spirata all’ospedale “Santa Rita”, dov’era giunta in condizioni disperate.

Lo schianto

L’incidente è avvenuto poco prima dell’alba (più o meno attorno alle ore 7) in Viale Monza, precisamente all’angolo con Via Popoli uniti: secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, le due vetture, una Nissan Qashqai e un’Audi, si sarebbero scontrate frontalmente, con particolare violenza. Non era chiaro, inizialmente, chi fosse al volante del secondo mezzo: l’uomo fuggito, infatti, non sarebbe stato il proprietario dell’auto, una donna, ascoltata dagli investigatori subito dopo la tragedia. La sua testimonianza è stata sottoposta a vaglio, cercando di capire se l’Audi fosse stata rubata o se la donna l’avesse prestata a qualcuno e se, eventualmente, il suo fosse un tentativo di copertura. Ipotesi poi confermata dagli investigatori: la proprietaria, infatti, è la compagna del 30enne alla guida della vettura.

Caccia all’uomo

L’impatto, stando a quanto riportato da alcuni testimoni, sarebbe stato fortissimo, tanto da ribaltare una delle due automobili dopo l’impatto. I Vigili del fuoco, intervenuti subito dopo, hanno infatti impiegato diversi minuti a estrarre dalle lamiere il corpo del 57enne. La Polizia locale ha visionato anche le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza, attraverso le quali è stato possibile identificare come un uomo il pirata della strada scappato dopo aver colpito la Nissan guidata da Chiericati.

 

Foto: Il Giorno

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS