La Roma trionfa nella Primavera Tim Cup, con l’Entella finisce 2-0 Giallorossi conquistano il quinto trofeo. De Rossi: "Una vittoria che conferma che ci siamo ritrovati"

302
roma

La Roma conquista la Primavera Tim Cup. Alberto De Rossi porta una vnetata di ottimismo nell’ambiente giallorosso, portandosi a casa la quinta Coppa nella storia nonché il secondo trofeo stagionale dopo la Supercoppa. La Roma, dopo il pareggio di 1-1 dell’andata a Chiavari, si impone per 2 a 0 allo Stadio Olimpico. A portare la firma delle due reti capitoline, Soleri, sul finire di un primo tempo molto sofferto, e Marchizza su rigore, nella ripresa.

Le formazioni

De Rossi schiera i suoi con il 4-3-3. Tra i pali Crisanto; in difesa De Santis, Ciavattini, Marchizza, Pellegrini. A centrocampo Anočić, Bordin, Spinozzi, con Soleri, Tumminello, Keba Coly in attacco. Castorina scende in campo con il 4-3-1-2. In porta Šiaulys. In difesa Cléùr, Ferrante, Ba, Casagrande. A centrocampo Castagna, Di Paola, Alluci, con Zaniolo in avanti e con Puntoriere e Dany Mota in attacco.

La partita

In avvio sono i liguri si fanno valere e al 14′ sfiorano il vantaggio con Mota che si libera in area, trova lo spazio e scarica il destro che impegna Crisanto, bravo a deviare in angolo. Il portiere giallorosso è attento al 25′ su Puntoriere e poi al 29′ è determinante sull’incornata velenosa del solito Mota. Al 41′ la Roma riesce a distendersi e fa gol: azione di Tumminello, cross basso dal fondo e deviazione vincente col piatto di Soleri. Prima dell’intervallo ancora Entella pericolosa con Di Paola e bella risposta in angolo di Crisanto.

La ripresa

Nella ripresa la prima chance è della Roma al 60′ con un colpo di testa di Tumminello su azione di corner che Siaulys devia in angolo. L’Entella fatica ad attaccare come nel primo tempo e al 74′ arriva il gol che chiude il discorso per la Roma: lo realizza Marchizza su calcio di rigore concesso per fallo in area di Casagrande su Keba. Il raddoppio giallorosso spezza le gambe ai liguri che non riescono più a reagire e si trascinano stancamente fino al triplice fischio finale. E’ grande festa per la Roma di Alberto De Rossi che conquista il secondo trofeo stagionale dopo la Supercoppa italiana, vinta col 4-0 sull’Inter, e mette in bacheca la quinta Coppa Italia, la prima dal 2012.

De Rossi: “Abbiamo faticato per trovarci”

“Abbiamo sofferto grazie a loro, sono una squadra forte. Ma per noi non è una novità, li conosciamo benissimo e pur conoscendoli benissimo ci hanno messo in grande difficoltà nel primo tempo. Parecchi di loro hanno giocato in B, hanno un passo diverso rispetto ai nostri che hanno giocato da squadra, hanno tutti insieme sofferto tanto. Poi sono stati cinici alla fine del primo tempo facendo gol e si sono raggruppati, ribattendo colpo su colpo contro questa squadra, meritando questo palcoscenico”. Così Alberto De Rossi, ct della primavera giallorossa, commenta il match. Poi, sullo Scudetto, afferma: “Intanto la corsa allo scudetto ci si è complicata, abbiamo avuto quattro mesi iniziali fantastici, poi un momento di calo dovuto a tante cose, i nostri ragazzi giocano da tutte le parti. La Youth League porta via tante energie. Abbiamo fatto un po’ di fatica a ritrovarci, la penultima partita col Genoa in casa ci ha portato un pari, sabato a Palermo abbiamo fatto un’autentica impresa, oggi è stata la conferma che ci siamo ritrovati. Il secondo tempo è stato più tranquillo, abbiamo ripreso le distanze. Loro giocando in un certo modo riescono a trovare varchi e ti mettono in difficoltà. Poi abbiamo fatto un cambio in mezzo al campo, trovando coesione”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS