Un Papa scomodo

15673
  • English
papa

Ieri sera sono stato invitato alla trasmissione televisiva Nemo di Rai 2, ideato dal bravo Alessandro Sortino, per tentare di descrivere in pochi minuti la persona del Pontefice. Il mio intervento è stato collocato dopo le esternazioni di alcuni cosiddetti “conservatori” o pseudo-tradizionalisti che hanno platealmente dichiarato la propria ostilità verso Papa Francesco.

Premettendo che il Papa non ha bisogno di essere difeso da nessuno – e quindi io sono stato indegnamente chiamato a esternare i miei pensieri e sentimenti verso questa personalità così speciale e straordinaria – sicuramente ogni mia parola sarà risultata povera e non esaustiva. Ho esordito ricordando il mio maestro di vita, il caro don Oreste Benzi, sottolineando che questo Papa mi ricorda spesso il suo modo di essere e di fare. Don Oreste paragonava la Chiesa a una sfera che si tiene in piedi poggiando su ogni punto. In tale sfera ognuno ha un compito insostituibile: tutti i punti hanno uguale valore e importanza. Le funzioni si distinguono, ma non c’è differenza di dignità e la sfera non potrebbe esistere – anzi si distruggerebbe – se non ci fosse il baricentro. E così ho richiamato il nostro baricentro: Gesù unito al suo Vicario, il Papa.

A chi si dichiara cattolico vorrei ricordare che il Vicario di Cristo sulla Terra è stato indicato dallo Spirito Santo… rinnegando questa verità non ha più senso parlare di cattolicesimo. Il Pastore che lo Spirito di Dio ha scelto per noi oggi è proprio lui, Papa Francesco, costruttore di ponti, voluto da Gesù come suo rappresentante per diffondere l’amore a tutti gli uomini.

Chi conosce un po’ di storia non può non ammettere la radicale differenza tra certi Papi vissuti in epoche lontane e i Pontefici di questi ultimi secoli! Basta ricordare i Papi del secolo appena trascorso per compiacersi del tanto bene che hanno rivolto all’umanità. Ma oggi, per amor di verità, sappiamo che il reale problema della Chiesa non è Papa Francesco bensì i cattolici. Certe divisioni (tante!!) e invidie che si fomentano, nonostante che i Papi cambino, sono il sintomo inquietante di una deviazione profonda del senso religioso della vita e quindi anche della perdita dello spirito di Gesù e del suo Vangelo.

E’ evidente che la barca di Pietro viene messa a dura prova non soltanto dalle onde esterne di un mondo pagano e anticristiano ma anche all’interno del proprio corpo mistico; Intra ecclesiam: quante gelosie e quanto individualismo…. quanta maldicenza e quanta supponenza!! Allora dovremmo stringerci ancor di più nel seguire i moniti e gli insegnamenti evangelici di questo Papa che, come Gesù, non teme di incontrarsi con i peccatori, anzi, ha la piena consapevolezza di dover essere proprio come quel medico venuto per prendersi cura dei malati e non certo dei sani.

Coloro che sparlano e infamano la persona del Papa o sono in mala fede o dicono sfondoni per ignoranza e cioè per mancanza di rispetto e di conoscenza reale della persona. Io Papa Francesco l’ho incontrato diverse volte e ho avuto il dono di stare un pomeriggio insieme a lui quando venne a trovare le nostre ragazze vittime della Tratta. Ho compreso che per Papa Francesco innanzitutto viene l’uomo, la persona – anche prima di certe norme e principi – l’essere umano, così come Cristo ce lo ha rivelato… e non dimentichiamo che Gesù proprio per questa rivelazione è stato crocifisso.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

12 COMMENTS

  1. Papa Francesco, a mio parere, allarga le sue relazioni a tutti gli strati sociali e a tutte le credenze religiose. Nel fascino che emanano i suoi argomenti e la Sua persona, riesce a catturare l’attenzione e ricevere consensi. Peccato che sovente c’è chi lo ritiene progressista, favorevole a certe ideologie farlocche che destabilizzano la famiglia e i suoi valori. Forse però, nessuno di questi ha mai letto le Sue encicliche, che asseriscono l’esatto contrario. Credo anch’io che lo Spirito Santo abbia scelto questo Papa anche per questa Europa ormai scristianizzata, malata di paganesimo e in balia di questi pseudo valori.

  2. Caro don, difendi l’indifendibile. Quando dichiara di ammirare Pannella o la Bonino ecc, o vuol dire che non ci arriva, o che ammira il male che costoro hanno fatto e fanno. Solo una cosa di molte, moltissime altre contrarie al catechismo, come ce lo hanno insegnato. Delle due l’una, o gli altri papi e la Chiea ci hanno ingannato o…

    • O che tu parli per sentito dire. Una di molte, Francesco ha lodato la Bonino per quello che ha fatto per l’Africa, ma chi voleva creare polemica o era già schierato contro Francesco ha travisato il discorso.

  3. Ormai sappiamo che a Papa Francesco piace parlare a braccio, usando l’arma dell’ironia, dell’iperbole e del paradosso: questo permette una maggiore vicinanza al popolo, ma dà anche l’occasione a tanti giornalisti, che stanno lì come avvoltoi, di deformare le sue parole. L’esempio più evidente é stata la famosa frase ‘Chi sono io per giudicare un gay che cerca Dio?’ La frase completa significava che, nel mondo cattolico, un omosessuale non può essere penalizzato o escluso per le sue tendenze, ma tanti giornalisti hanno abilmente nascosto il pezzetto ‘che cerca Dio’, e quindi la frase restante poteva essere interpretata come ‘Vedete? Neanche il Papa vi giudica, quindi andate con chi vi pare’. Quindi il Papa una volta viene presentato come gay friendly, un’altra come comunista, ecc. ecc. Però una comunicazione troppo controllata e filtrata diventa ingessata e impersonale, quindi é meglio non preoccuparsi troppo, anche perché impedire a un giornalista fazioso di deformare la realtà é mission impossible…

  4. pienamente d’accordo con l’intervento di don Aldo, Franco Lerda e muccadicomacchio.
    Ci si confronti su quello che papa Francesco scrive (bisogna aver la pazienza di leggere ) e non su quello che i giornali commentano. Anzi un metodo è proprio questo: quando un articolo riferisce di cose dette da papa francesco che appaiono in contrasto con quanto dice il Magistero, andare sul sito del vaticano e scaricarsi l’intervento integrale di Papa FRancesco. si avranno tante sorprese. Circa il papa emerito Ratzinger, che ora non è Papa, perchè il Papa è papa Francesco, leggere sue dichiarazioni e interviste sul perchè ha lasciato e ome riconosca papa Francesco come il Papa. Ma a chi non vuol sentire è inutile parlare

  5. Grazie per questa sua testimonianza. Pienamente d’accordo! È il Buon Pastore, che necessita questo momento della storia umana, per il gregge di Cristo.

  6. Sono pienamente d’accordo con il pensiero e l’azione di papa Francesco, che ha compreso che la Chiesa oggi deve stare con gli ultimi, come ci insegna il Signore nei Vangeli. Via orpelli, via ostentazione di ori e di costose rarità, via la vicinanza e qualche volta la connivenza con i potenti. La Chiesa è di tutti i credenti in Cristo e molti credenti sono come il povero Lazzaro. Quindi, lo Spirito Santo, che ha ispirato i cardinali nell’elezione, continui a proteggere e guidare papa Francesco nella sua opera, perché la Chiesa dopo di lui non sarà più la stessa. Amen.

  7. Lo Spirito Santo ha ispirato i Cardinali e il risultato per noi cattolici e per il mondo intero ,è Papa Francesco. Ritengo, personalmente, che oggi più che mai sia necessaria la sua testimonianza di fede nel nome di Gesù. Siamo noi cattolici che chiamati a delle scelte fondamentali sul piano dei valori fondamentali per il genere umano ,abbiamo perso il riferimento basilare che è il messaggio di Cristo. Il Papa ci richiama costantemente con pazienza e con quella parola che si dimentica spesso : AMORE. Dio lo benedica e lo conservi a lungo per il bene di tutti noi.

  8. Nel leggere il suo articolo pare di capire che Cristo sia venuto a rivelarci l’uomo e che per questo sia stato crocifisso. Ma davvero? A me non risulta affatto: a me risulta piuttosto che Cristo sia stato crocifisso perché si è rivelato Figlio di Dio è Re, e per questo sulla sua Croce fu messa la scritta Gesù Nazareno Re dei giudei che noi sintetizzano con JNRJ

LEAVE A REPLY