Juve-Milan, decide Dybala su rigore: allo Stadium finisce 2-1 I bianconeri si impongono nei minuti di recupero. L'attaccante argentino: "Siamo abituati alle lamentele"

330
dybala

E’ Paulo Dybala a decidere Juve-Milan. Allo Stadium di Torino, i bianconeri superano i ragazzi di Montella grazie al “mani” in comproprietà tra De Sciglio e Vangioni che Massa (su suggerimento dell’addizionale Valeri) valuta da rigore. La “gioia” gonfia la rete e Allegri piega Montella per 2-1, allungando a 31 la striscia di vittorie consecutive in casa. Ma al triplice fischio dell’arbitro si scatena la polemica rossonera.

La partita

Allo Stadium va in scena ancora una volta un grande Donnarumma, decisivo in almeno tre circostanze. Nulla ha potuto sul gol di Benatia, nè sul sinistro dal dischetto di Dybala. Oltre allo squalificato Cuadrado, Allegri rinuncia anche a Mandzukic, sostituito dal connazionale Pjaca, subito pericolosissimo e fermato dalla grande reattività del giovane portiere rossonero prima, e dalla sua imprecisione dopo. Ma sulla seconda azione dell’ex Hajduk, pesa il fallo in area di Zapata su Dybala. Massa, tuttavia, concede il vantaggio tra le proteste bianconere.n Nella prima fase è la qualità del duo Pjaca-Dybala a creare le maggiori difficoltà per i rossoneri: salva Romagnoli sull’argentino, poi ancora Donnarumma, prezioso sulla prima giocata di Higuain. Alla mezz’ora, passa la Juve: Benatia, in proiezione offensiva e tenuto in gioco da Romagnoli, non sbaglia a pochi passi dalla porta. La Juve sfiora il raddoppio con Khedira, ma il Milan ha la forza di reagire e su un contropiede, portato avanti da un rapidissimo Deulofeu, Bacca (in sospetto offside) batte Buffon, firmando l’1-1.

La ripresa

Allegri riparte con Lichtsteiner per Barzagli, mentre Donnarumma disinnesca la punizione non indimenticabile di Pjanic, Bacca rischia il clamoroso autogol e poi De Sciglio salva sulla linea sull’inserimento di Khedira smorzato dal portiere rossonero. Montella perde Bacca per infortunio e preferisce rinforzare il centrocampo con Kucka. Sempre la Juve in avanti: Higuain e Dani Alves invitano Pjaca al tiro (male il croato), quindi la traversa aiuta Donnarumma su Pjanic. Scampato alla tempesta, il Milan rialza la testa con Kucka e Ocampos, ma deve ringraziare ancora Donnarumma, decisivo sul doppio tentativo Khedira-Higuain. Ritmi alti e tanti errori: Benatia per poco non serve un assist a Deulofeu, poi Poli spara alto. Il Milan crede di poter portare a casa un punto nonostante il doppio giallo per Sosa e la spettacolare volee di Higuain in pieno recupero. E invece no. Perchè all’ultimo assalto, Lichtsteiner crossa e De Sciglio (o Vangioni) tocca col braccio: largo, ma a distanza ravvicinata. Polemiche e proteste, ma Dybala resta concentrato: 2-1.

Dybala: “Il rigore? Siamo abituati a lamentele”

“Tutti si ricordavano dell’ultimo rigore che mi aveva parato Donnarumma, per fortuna questa volta ho tirato meglio. Le polemiche finali? Siamo abituati, vorrei vedere se qualcuno parlerà del rigore che Zapata ha fatto nel primo tempo. Bisogna essere più onesti: quando capita a noi, continuiamo a lavorare e basta”. Così, Paulo Dybala, commenta a Mediaset Premium l’episodio del rigore che stabilisce la vittoria bianconera sul Milan. “I milanisti – dice – sono 6 anni che si lamentano con la Juve, usino altri metodi, non lamentarsi con l’arbitro”.

Montella: “Accetto con serenità gli errori arbitrali”

“Abbiamo messo ogni energia in campo, la Juve ci ha pressato alti e ci ha messi in difficoltà. Secondo tempo molto più equilibrato, potevamo pure passare in vantaggio, peccato per non avere sfruttato qualche ripartenza”. Vincenzo Montella analizza così, ai microfoni di Sky Sport, la sconfitta contro la Juve. Sul rigore aggiunge: “De Sciglio ha contrastato l’avversario in maniera naturale, ho chiesto spiegazioni a fine partita, mi ha risposto Massa e non Doveri, dicendo che il rigore lo aveva dato lui. Accetto gli episodi arbitrali, dobbiamo stare molto sereni, gli arbitri sbagliano, lasciamoli sbagliare. Io sono molto sereno”. Poi, aggiunge: “Se nel primo tempo c’era un rigore per la Juventus? Non esiste mica la legge della compensazione, sono gli arbitri stessi che ci hanno insegnato così: di sicuro un rigore dopo 5′ ha un peso, a fine partita un altro. Nel secondo tempo abbiamo avuto l’occasione per fare il colpaccio, ora i punti per l’ingresso in Europa pesano: non raccogliamo alcun punto allo Stadium, ma questa prestazione ci rafforza per il nostro futuro”.

Juventus Stadium, danneggiati gli spogliatoi

Danni allo spogliatoio per le squadre ospiti allo “Stadium” di Torino. Come riporta l’Ansa, alcuni giocatori del Milan (secondo fonti vicine alla Juventus), avrebbero sfogato la loro rabbia per la sconfitta in extremis su rigore dubbio danneggiando gli arredi e le insegne bianconere. Nella conferenza stampa di fine partita, il tecnico rossonero Montella si era scusato “a nome della squadra per la veemenza e l’agitazione a fine partita” dei suoi giocatori. “Nessun tipo di commento”. Il Milan non aggiunge altro a proposito della notizia dei danneggiamenti. Fonti del club hanno replicato con un ‘no comment’ anche sull’andamento della partita, sulle decisioni arbitrali e il convulso finale.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS