Serie A, Nainggolan illumina San Siro: tris giallorosso e Inter k.o. A segno anche Perotti (rigore) e Icardi. per Pioli l'Europa è sempre più lontana

322
nainggolan

E’ una Roma compatta e brillante quella che scende in campo a San Siro nel posticipo serale della 26ma giornata di Serie A. I giallorossi dominano il campo e superano l’Inter per 3 a 1: doppietta di Nainggolan, poi rete di Icardi e tris di Perotti su rigore. I nerazzurri si arrendono alla squadra di Spalletti, seconda a -7 dalla Juve. Sesta, invece, a +1 sul Milan, la formazione di Pioli.

Le formazioni

Il tecnico nerazzurro schiera una difesa a tre con Murillo, Medel e D’Ambrosio. In attacco ecco Brozovic e Joao Mario alle spalle del rientrante Icardi; a centrocampo Candreva, Gagliardini, Kondogbia e Perisic. La formazione capitolina risponde con Rudiger, Manolas, Fazio e Juan Jesus davanti a Szczesny. A centrocampo De Rossi e Strootman, con Peres, Nainggolan, e Salah alle spalle di Dzeko, unica punta.

Il match

Al fischio d’inizio, Gagliardini apre per Icardi, intercettato da Fazio in area di rigore. All’8′ palla persa di Kondogbia davanti alla difesa, con De Rossi che recupera per Salah che chiama Handanovic alla parata. Al 12′ il gol di Nainggolan che sblocca il match: il belga trova spazio al limite dell’area e con un tiro a giro supera Handanovic. Subito dopo, dall’altra parte, Manolas respinge Joao Mario. L’Inter soffre la pressione della Roma, sbaglia in fase di costruzione e cede il fianco agli attacchi dei giallorossi, che avvolgono il campo, distribuiscono gioco e, come una fisarmonica, si accorciano e salgono a seconda delle necessità.

Errori arbitrali

Alla mezzora, Szczesny, in uscita, si scontra con Joao Mario: un fallo in attacco del nerazzurro seguito dalle proteste di San Siro. Al 36′, Dzeko tira col sinistro, ma Handanovic mette in angolo. Tre minuti dopo ancora proteste dagli spalti contro Tagliavento: Icardi cade a terra stretto fra Fazio e Manolas. Per l’arbitro non è rigore, ma l’episodio e dubbio. Poi, al 41′, un cross di Candreva da destra, impegna Rudiger in controtempo salvando la Roma dal tiro di Icardi, ben appostato in area. La formazione capitolina avanza ancora e dopo Salah murato da Perisic, Nainggolan spara alto. Il primo tempo si chiude con una chance per l’Inter: Brozovic tira un destro angolato ma Szczesny non si fa trovare impreparato.

La ripresa

Nel secondo tempo, l’Inter parte bene con Candreva che impegna subito Szczesny con il destro, ma la palla finisce in angolo. Poco dopo Perisic, tutto solo, lancia altissimo davanti al portiere giallorosso. Il momento sembra propizio per i nerazzurri che sono a caccia del pareggio. Pioli inserisce Eder per Brozovic. Al 56′, però, dopo un contrasto vinto con Gagliardini, Nainggolan raddoppia con un meraviglioso tiro da fuori area. Pioli passeggia pensieroso davanti alla sua panchina mentre Spalletti continua a sgolarsi per dare indicazioni ai suoi. Icardi va vicino al gol, ma il suo mancino finisce in curva. Al 70′ l’Inter protesta per un contatto sospetto, in area, fra Strootman e Gagliardini. Cambio nella formazione giallorossa: Perotti prende il posto di Salah, mentre Gabigol prende il posto di Candreva.

Tris giallorosso

Nel finale i padroni di casa vanno alla disperata ricerca del gol, ma sono poco icisivi. Manolas si mangia il tris e Pioli si gioca la carta Banega per Joao Mario. Icardi riapre la partita all’81’ con un sinistro da due passi dalla porta su un assist di Perisic. A 5 minuti dal triplice fischio finale, Dzeko si procura un rigore a contatto con Medel. La tifoseria nerazzurra è a dir poco infuriato. Sul dischetto va Perotti, che non sbaglia. A San Siro finisce 3-1. La Roma si fa valere, mentre l’Inter cade in casa dopo oltre 4 mesi. Per Pioli sfuma la zona Champions.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS