A Kensington Palace in mostra gli abiti di Lady D A 20 anni dalla sua morte, la "principessa triste" viene ricordata con un'esposizione che racconta l'evoluzione del suo stile

378
diana

“Diana: her fashion story”. Si intitola così la mostra che apre i battenti oggi a Kensington Palace, dove verranno esposti 26 abiti che tracciano l’evoluzione dello stile della “principessa triste”. Vent’anni dopo la sua tragica morte, Lady Diana, la principessa del Galles sarà celebrata con una mostra “fortemente voluta dai suoi figli”. Icona di stile, grazie ed eleganza, Lady D “sconvolse” i dress-code imposti dalle rigide etichette della famiglia reale e, dopo gli abiti più semplici indossati per le prime apparizioni in pubblico, Diana sfoggiò sontuosi vestiti realizzati per lei dai più grandi stilisti.

Gli abiti della mostra

A Kensington Palace verranno esposti 26 abiti, dal sontuoso vestito da sposa color avorio – decorato da rari pizzi antichi e con uno strascico di 7 metri – disegnato per lei da David ed Elizabeth Emanuel, alla camicia rosa pallido indossata per il ritratto ufficiale scattato da Lord Snowdon. Dal romantico abito a pois che porta la firma dello stilista Regamus, fino all’abito Versace indossato dalla principessa che venne fotografata da Patrick Demarchelier nel 1991 per la copertina di Bazaar Magazine, per poi arrivare ai tailleur, come quello rosso firmato da Catherine Walker o il completo in tweed indossato nell’agosto del 1981, durante una vacanza a Balmoral. O ancora l’abito di seta “Gold Falcon” color crema e con il disegno di falchi, emblema dell’Arabia Saudita che Diana aveva molto diplomaticamente indossato in questo Paese nel 1986.

Il vestito “Travolta”

Fra i celebri abiti della mostra spicca il lungo vestito, firmato Victor Edelstein, che la principessa Diana indossò nel 1985 in occasione di un pranzo offerto alla Casa Bianca dall’allora presidente americano Ronald Reagan. Con questo abito in velluto blu notte, che le lasciava le spalle nude, la principessa del Galles ballò con John Travolta sulle note di “You Should be Dancing”, celebre canzone del film “La febbre del sabato sera”.  Soprannominato il vestito “Travolta”, è stato venduto all’asta a 250.000 sterline, quasi 300.000 euro.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS