Florenzi choc: confermata la rottura del crociato. Subito operato: stop di 6 mesi Operazione riuscita per l'esterno giallorosso, finito sotto i ferri dopo che gli esami strumentali avevano evidenziato la nuova lesione del legamento

301
Florenzi

E’ definitivamente finita qui la sfortunatissima stagione di Alessandro Florenzi: l’esterno giallorosso, come si temeva, ha riportato una nuova rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro, lo stesso al quale si era infortunato durante il match di Reggio Emilia contro il Sassuolo, il 26 ottobre scorso. Il professor Mariani, medico chirurgo della clinica Villa Stuart, ha subito eseguito il nuovo intervento in artoscopia sulla gamba del calciatore. Hanno dunque preso forma i timori avuti già negli attimi immediatamente successivi all’innaturale movimento compiuto dal ginocchio del calciatore della Roma (verificatosi durante un allenamento con la formazione primavera), confermati dagli esami strumentali effettuati dallo stesso Mariani, come riferito dal medico sociale della squadra, Riccardo Del Vescovo, presente nella clinica della Capitale.

Il calvario

Davvero una brutta notizia per la Roma, ma soprattutto per Alessandro Florenzi, ormai certo di essere vicino a un prossimo rientro e invece nuovamente destinato a tornare sotto i ferri. Forse una forzatura esagerata sui tempi di recupero, alquanto rapidi, hanno influito sul verificarsi di quest’altro infortunio, arrivato proprio nel momento in cui sembrava imminente il ritorno del numero 24 sui campi da gioco, a 4 mesi dalla prima operazione; oppure semplice sfortuna la quale, di certo, non ha mancato di accanirsi sul giocatore romano, il cui calvario, per certi versi, ricorda quello attraversato dal compagno di squadra Kevin Strootman, finito ben tre volte in sala operatoria per la ricostruzione del legamento crociato. In quel caso influirono altri fattori ma, a ogni modo, il senso del dramma non cambia di molto: oltre al lavoro per tornare a calcare i campi, Florenzi dovrà combattere anche una battaglia sul piano psicologico, durante la quale, però, avrà il supporto della sua famiglia e dei suoi compagni di squadra, nonché l’affetto sempre enorme dei suoi tifosi.

Sei mesi di stop

Tanti i messaggi di solidarietà arrivata dal mondo dello sport, immediatamente strettosi attorno a Florenzi già all’indomani dell’incidente occorso in allenamento, quando ancora non c’era nessuna certezza sul nuovo intervento. Anche l’universo dei social si unisce nello stringersi attorno allo sfortunato calciatore, per sostenere il quale è subito nato l’hashtag #Dajeale. Le previsioni dei medici stimano uno stop decisamente più cospicuo del precedente, quantificabile in almeno 6 mesi: l’esterno della Roma e della nazionale, qualora tutto dovesse andare per il meglio, dovrebbe essere pronto per l’inizio della prossima stagione. L’operazione è stata eseguita dal prof. Mariani (lo stesso che ha rimesso in piedi Totti e lo stesso Strootman) già nella giornata del 17 febbraio. Già dalla prossima settimana, per il talento di Vitinia, inizierà la nuova sfida sul lungo percorso di recupero. Nella speranza che tutto, stavolta, possa davvero andare per il meglio.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS