Mondiali di Sci: medaglia di bronzo per Goggia, oro alla Worley L'Italia sale sul podio di St. Moriz. Argento per Shiffrin, Brignone quarta

255
sci

Sulle Alpi svizzere trionfa il tricolore azzurro. Ai Mondiali di Sci, infatti, dopo la delusione del quarto posto in discesa e dell’uscita in combinata, Sofia Goggia porta la prima medaglia all’Italia sul podio di St. Moritz. Seconda dopo la prima manche, la Goggia è stata la penultima a scendere, concludendo in 2’06”29 di 40/100, dietro alla Shiffrin e davanti alla compagna di squadra Federica Brignone. Poi è toccato alla Worley che conquista l’oro, il secondo in slalom gigante dopo quello del 2013 a Schladming, in 2’05”55.

Orgoglio azzurro

L’Italia piazza tre atlete nelle prime sei. Sesta è la Moelgg. Non al meglio la Bassino, penalizzata da un errore nella prima manche si è posizionata undicesima. Per la Moelgg resta l’orgoglio del terzo tempo della seconda manche(dopo Shiffrin e Brignone) che nonostante il dolore agli addominali afferma con gioia: “Lottare è il mio punto forte, ci credevo. Qua sotto ho girato troppo nella prima, l’ho fatta bene. Sono contenta per la medaglia, peccato per Federica. Siamo tre nelle 6, Marta avrà davanti tanti Mondiali e può costruire belle gare”.

Goggia: “Che liberazione”

Che liberazione! Stasera offro da bere a tutti“. Sofia Goggia è contenta ed emozionata. “E’ stata un’emozione grandissima, era la disciplina in cui credevo di meno – afferma -, avevo aspettative più alte per altre gare, ma all’ultima cartuccia che ho sparato ho colpito il bersaglio, non proprio il centro ma quello da 60 punti“. Poi l’abbraccio con la Shiffrin: “Con lei ho un buon rapporto, siamo amiche per quanto possibile, condividere il podio con loro due è bello. Dedica? A me stessa, al mio staff ed a tutte le persone che mi vogliono veramente bene. Avevo quattro cartucce, prendere il bersaglio all’ultima vale sempre uno ma ha un sapore diverso. Stasera offro da bere a tutti”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS