IL SANTO DEL GIORNO SAN CROMAZIO

10965

san-cromazioSan Cromazio di Aquileia, vescovo. Svolse il suo ministero nell’antica Chiesa di Aquileia. Nato nella stessa città verso il 345 d.C., venne ordinato diacono e poi presbitero; infine fu eletto Pastore di quella Chiesa nel 388 d.C. Ricevuta la consacrazione episcopale dal vescovo Ambrogio, si dedicò con coraggio ed energia a un compito immane per la vastità del territorio affidato alle sue cure pastorali: la giurisdizione ecclesiastica di Aquileia, infatti, si estendeva dai territori attuali della Svizzera, della Baviera, dell’Austria e della Slovenia fino all’Ungheria. Quando Cromazio salì sulla cattedra episcopale della città la comunità cristiana locale aveva già maturato una storia gloriosa di fedeltà al Vangelo. Tra la metà del terzo e i primi anni del quarto secolo le persecuzioni di Decio, di Valeriano e di Diocleziano avevano mietuto un gran numero di martiri. Inoltre, la Chiesa di Aquileia si era misurata, come tante altre Chiese del tempo, con la minaccia dell’eresia ariana. Lo stesso Atanasio, grande difensore della fede nicena, che gli ariani avevano cacciato in esilio, per qualche tempo trovò rifugio ad Aquileia.

Cromazio è l’autore di un commento al Vangelo di Matteo e di numerosi Sermoni che sono un’importantissima testimonianza della fede e della vitalità dell’antica comunità cristiana di Aquileia. Partecipò come presbitero al I Cincilio di Costantinopoli del 381 d.C.; del suo zelo pastorale, della sua ardente carità e fermezza abbiamo testimonianza da S.Girolamo e S.Giovanni Crisostomo. In un periodo burrascoso come il suo, funestato dalle scorrerie dei barbari, egli ha saputo mettersi a fianco dei fedeli per confortarli e per aprirne l’animo alla fiducia in Dio, che non abbandona mai i suoi figli.
Condivise fino alla morte le travagliate vicende del suo popolo a causa delle invasioni barbariche. Il suo culto ha ricevuto in questi decenni notevole impulso in seguito alla riscoperta e ampia trattazione dei suoi scritti.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS