Al via “Art Bonus Regione Lazio”: 11 luoghi da salvare Zingaretti: "Siamo i primi in Italia ad utilizzare questo strumento per la valorizzazione del patrimonio"

143

Al via la campagna intitolata “Art Bonus Regione Lazio”, lanciata dal governatore Nicola Zingaretti e dal ministro dei Beni culturali Dario Franceschini per la riqualificazione di undici beni del patrimonio culturale laziale. L’Art Bonus è un programma strategico di valorizzazione del patrimonio, il primo varato da una Regione che coinvolge istituzione privati e al contempo imprese che vogliano farsi ‘mecenati’. I privati che aderiranno alla raccolta di fondi destinati al restauro e la salvaguardia di beni monumentali ed architettonici presenti sul territorio, potranno usufruire del 65% di recupero fiscale in tre anni.

‎La campagna è finanziata con 70mila euro dalla Regione Lazio, “La prima in Italia – ha sottolineato Nicola Zingaretti – ad utilizzare lo strumento dell’Art bonus che rappresenta un investimento nel futuro partendo da beni del passato”. Nella lista degli 11 siti, ci sono l’Abbazia di San Magno a Fondi, Villa Ponam a Rieti, il Complesso di S.Maria della Pietà a Roma, la Torre medievale e il Borgo di Palidoro a Fiumicino, il complesso di San Domenico, Villa Cantarano e Palazzo Caetani a Fondi, Palazzo Calabresi a Viterbo, il Castello di Roccarespampani (a Monteromano, Viterbo), la Certosa di Trisulti a Frosinone. Inoltre, per 3 luoghi specifici – Castello di Santa Severa, Ex-Gil di Trastevere a Roma e palazzo Doria Pamphilj di San Martino al Cimino – sono già pronti i progetti e la raccolta fondi è già partita.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS