La Cia contro Trump: “follia” cancellare l’accordo con l’Iran Nominata intanto Elaine Chao come Segretario per i Trasporti

134
trump

Il direttore della Cia, John Brennan, mette in guardia il presidente eletto Trump dal cancellare l’accordo con l’ Iran sul suo programma nucleare: sarebbe “disastroso” e “il colmo della follia”. Far piazza pulita dell’intesa rafforzerebbe ‘i falchi’ a Teheran e potrebbe rinfocolare altre mire nucleari.

Alla Bbc,prima della conclusione a gennaio del suo mandato, Brennan esorta poi Trump a restare vigile con Mosca che, con il regime di Damasco, è la causa – dice – di molte sofferenze dei siriani.

L’accordo in discussione

Nel luglio 2015 i paesi occidentali hanno concesso di eliminare progressivamente le sanzioni economiche imposte all’Iran negli ultimi anni, mentre l’Iran ha accettato di limitare il suo programma nucleare e permettere alcuni periodici controlli da parte dell’ONU alle sue installazioni nucleari (installazioni che l’Iran dice siano usate solo per sviluppare il nucleare con scopi civili, e non militari come invece accusano i paesi occidentali).

La posizione di Obama

L’accordo prevede per l’Iran limiti e vincoli che dureranno anche 25 anni. Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha difeso con forza l’accordo ricordando che qualora l’Iran dovesse venir meno a quanto pattuito, gli Stati Uniti avranno esattamente le stesse opzioni di sempre per reagire.

La squadra di Trump

Il presidente eletto americano Donald Trump ha intanto nominato Elaine Chao come segretario per i Trasporti. Chao, di origini cinesi, era stata ministro del lavoro durante l’amministrazione di George W. Bush. E’ sposata con il leader della maggioranza repubblicana al Senato, Mitch McConnell. Trump potrebbe procedere ad altre due nomine: l’investitore miliardario Wilbur Ross,78 anni, al Commercio, e l’ex partner di Goldman Sachs e produttore cinematografico T. Mnuchin al Tesoro.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY