Roma portavoce della lotta alla contraffazione: parte Autenticittà La Capitale sarà l'apripista di un network su scala europea. L'iniziativa coinvolgerà tutti i 28 Paesi dell'Ue

87
contraffazione

Sarà la città di Roma il punto di partenza della campagna “Autenticittà” indetta da Indicam, l’istituto di Centromarca per la lotta alla contraffazione. Il network, che verrà avviato anche a Parigi, Alicante e Malaga, abbraccerà in seguito tutti i 28 Paesi membri dell’Unione europea, con l’obiettivo di creare una rete fra città impegnate nella sensibilizzazione sul tema della proprietà intellettuale.

“In una città che costantemente evolve, è ancora più importante il ruolo che riveste la proprietà intellettuale, che permette a questa di mantenere vivo e splendente un grande heritage culturale”. Con queste parole Roma viene presentata sulla pagina ufficiale della campagna. La capitale italiana, con la sua lunghissima e straordinariamente varia tradizione, rappresenta il perfetto identikit dal quale avviare il discorso, su scala europea, del contrasto al deleterio commercio del falso. L’iniziativa, promossa anche via social, con le argomentazioni e i vari contenuti del progetto postati in rete, ha ottenuto il patrocinato dell’assessorato capitolino dello Sviluppo economico, turismo e lavoro.

Saranno due i principali punti di vista attraverso i quali si focalizzerà il network “Autenticittà”: “L’uno che guarda alle problematiche toccate da un punto di vista prettamente europeo e comunitario – come si legge ancora nella pagina web ufficiale -, l’altro, con la sua impronta più territoriale, permette di incentrare le possibili campagne di informazione e sensibilizzazione in modo capillare nel contesto a cui si riferisce”.

“Ciò che è autentico è eterno”, lo slogan dell’iniziativa avviata da Indicam. Un motto che non poteva calzare meglio all’Urbe. All’interno del suo circuito pubblico e delle sue stazioni metro, nei prossimi mesi, verranno poste oltre 1500 affissioni promozionali, come spiegato da Mario Peserico, presidente dell’Istituto: “Da Italiani abbiamo voluto creare un network che in Europa vada a responsabilizzare le città nel migliore contrasto agli abusivismi e ai commerci illeciti. La nostra Capitale ha reagito subito, intraprendendo un percorso che ci porta, oggi, a vederla come guida di un nuovo approccio alla tutela della proprietà intellettuale”.

Soddisfazione espressa anche dall’assessore allo Sviluppo Economico Adriano Meloni: “Sono molto orgoglioso che Roma sia stata scelta per dare il via a questa campagna su scala europea. L’industria del falso produce danni ingenti per tutti, per i commercianti, per i cittadini e per il turismo, perché offusca l’immagine migliore del Paese e l’eccellenza del ‘made in Italy'”.

Al fine di costruire una rete di consapevolezza sul tema sufficientemente solida, “Autenticittà” svolgerà una serie di incontri nelle scuole, cercando di creare una cultura della legalità anche tra i più giovani, e alcuni workshop con le Forze dell’ordine, per avviare un confronto reciproco e formare in tal modo un efficiente sistema di sicurezza contro la piaga della contraffazione.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS