Champions, Juve qualificata agli ottavi: a Siviglia finisce 3-1 per i bianconeri A segno Pareja, Marchisio, Bonucci e Mandzukic. Allegri: "Primo obiettivo stagionale centrato"

142
juve

La Juve batte 3-1 in rimonta il Siviglia e si qualifica per gli ottavi di Champions League con un turno d’anticipo, portandosi al primo posto nel gruppo H. Fuori casa è un inizio in salita per i bianconeri, che vanno sotto di un gol al 9′ per una girata al volo di Pareja. Gli spagnoli rimangono in 10 al 36′ (doppio giallo a Vazquez) e nel recupero del 1° tempo Marchisio trova il pari su rigore. All’84’ Bonucci, e dopo dieci minuti Manduzkic, chiudono il match trascinando la Juventus agli ottavi e di finale .

E’ una gara complicata quella disputata al Sanchez-Pizjuan. Tante le assenze: Higuain, Dybala, Barzagli e Benatia. Il Siviglia parte forte e al primo tentativo trova il gol del vantaggio: sugli sviluppi di un corner, Pareja calcia al volo dal limite, il pallone passa tra una selva di gambe e si infila nell’angolino dove Buffon non può arrivarci. Bello il gesto tecnico del difensore, ma il capitano bianconero è sembrato partire con colpevole ritardo. La Juve fa fatica a riorganizzarsi, N’Zonzi e Iborra davanti alla difesa non fanno passare, e per poco sono ancora gli andalusi a sfiorare il raddoppio con un tiro di Escudero che termina alto sopra la traversa. Con il passare dei minuti la Juve ritrova un certo equilibrio e con Cuadrado riesce a creare grattacapi sulla fascia sinistra sinistra degli spagnoli.

Da un paio di iniziative del colombiano arrivano le migliori occasioni, ma Mandzukic e Khedira non inquadrano la porta. Il Siviglia, però, si complica la vita da solo: Vazquez nel giro di 5′ si becca due gialli sacrosanti e lascia i suoi in 10. Errore imperdonabile per l’ex Palermo che, già ammonito per un fallo su Cuadrado, stende Khedira a centrocampo: Clattenburg lo manda sotto la doccia. Con l’uomo in più i bianconeri chiudono i padroni di casa nella propria metà campo e nel recupero del primo tempo trovano il pareggio. Il regalo, questa volta, è di Mercado che strattona in area Bonucci. Rigore, nonostante le proteste dei giocatori e di Sampaoli. Sul dischetto va Marchisio. La rete scaccia una volta per tutti i dubbi del post infortunio.

Nella ripresa il Siviglia si stringe in difesa, la Juve cala di intensità e non riesce ad alzare i ritmi. Quando sembra che il risultato di 1-1 sia ormai in ghiacciaia, ecco che arriva l’acuto di Bonucci a togliere le castagne dal fuoco e a regalare ad Allegri il primo obiettivo dichiarato della stagione. Dopo dietro si balla un po’ troppo, prima che Mandzukic in contropiede mandi i titoli di coda. Allegri esulta: gli andalusi devono vincere col Lione per centrare gli ottavi.

“Non penso in grande, dovevamo solamente vincere questa partita. Ora ragioniamo sul Genoa, ci vuole molta calma”. Massimiliano Allegri non si lascia andare alla gioia sfrenata dopo il successo di Siviglia, ma applaude la Juve per la qualificazione agli ottavi di Champions centrata con un turno d’anticipo. “Abbiamo concesso gol sull’unica occasione creata dal Siviglia, poi nel primo tempo abbiamo fatto subito bene. Nella ripresa loro ci hanno concesso poco, è una vittoria meritata su un campo non facile: hanno ottimi giocatori, sono ben allenati. Questa vittoria ci permette di affrontare l’ultima sfida già da qualificati e con il primo posto a portata di mano. Ora dobbiamo centrare altri due obiettivi: rimanere in testa dopo lo scontro diretto con la Roma e vincere la Supercoppa“.

Il Borussia Dortmund batte Legia Varsavia 8-4 in una partita valida per la quinta giornata del gruppo F di Champions League giocata a Dortmund. Le reti: al 10′ e al 24′ pt Prijovic, al 17′ e al 18′ a segno il Dortmund con Kagawa, al 20′ Nuri Şahin, al 29′ Dembélé e al 32′ pt e 7′ st Reus; al 12′ st Kucharczyk, 36′ st Passlack, al 38′ st Nikolić, al 47′ ancora a segno il Dortmund con Reus che sigla il terzo gol personale.

Il Monaco sconfigge il Tottenham 2-1 (0-0) in un incontro della quinta giornata del gruppo E di Champions League, disputata a Montecarlo, e si è qualificato per gli ottavi di finale. Le reti: Sidibe (M) al 3′ st, Kane (T) al 7′ (rig) e Lemar (M).

Il Leicester si qualifica per gli ottavi di finale di Champions League. La squadra allenata da Claudio Ranieri batte il Bruges 2-1 in una partita valida per la quinta giornata del gruppo G giocata a Leicester. Le reti: al 5′ pt Okazaki (L) e al 30′ Mahrez (L) su rigore. Di Izquierdo al 7′ della ripresa il gol del Bruges.

Copenaghen-Porto 0-0 in una partita valida per la quinta giornata del gruppo G di ChampionsLeague giocata a Copenaghen.

Qualificazione agli ottavi di finale per il Real Madrid vince 2-1 lo Sporting Lisbona in una partita valida per la quinta giornata del gruppo F, disputata a Lisbona. Le reti: al 29′ pt Varane, al 35′ st Adrien Silva su rigore, al 42′ st Benzema.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS