“Una ricetta per due”: il catering sociale incontra gli anziani

128

Ragazzi accolti in case famiglia che preparano i pasti agli anziani soli del proprio quartiere: è il progetto intitolato “Una ricetta per due”. Oggi, dalle 17 alle 19, presso il centro servizi Isma di Roma (via Isola Madre, 15), prende il via il primo catering sociale gestito dai ragazzi usciti dalle case famiglia di Spes contra Spem (locuzione latina che si può tradurre “sperando contro ogni speranza”).

“Una ricetta per due” mette insieme le fragilità di giovani da poco maggiorenni e quindi appena usciti dal circuito “assistenziale” con la fragilità degli anziani soli. I primi coraggiosi sono 3 ragazzi appena usciti dalle case famiglia Approdo: un aiuto cuoco, che affiancherà lo chef, e due addetti alle consegne, per lo più in bicicletta.

“Una ricetta per due nasce dal sogno di trasformare le debolezze dei ragazzi che escono dalle case famiglia in risorse preziose per gli abitanti del territorio dove lavoriamo da tanti anni – spiega Luigi Vittorio Berliri, presidente di Spes contra spem -. Dopo due anni impegnativi, che ci hanno visto destreggiarci tra raccolta fondi e tanta burocrazia, finalmente il sogno è diventato realtà”.

“Siete stati davvero in tanti a seguirci e a sostenere il progetto – continua – con donazioni o con borse di studio per i ragazzi della casa famiglia ‘Approdo’, che hanno così potuto studiare per diventare cuochi o pasticceri. I ragazzi non vedono l’ora di inaugurare finalmente la cucina e farvi assaggiare i loro manicaretti. Vi aspettiamo, quindi, per gustare finalmente questo bel traguardo tutti insieme!”, invita Berliri. La nascita del progetto è stata resa possibile grazie alla collaborazione del centro servizi Isma (Istituti di Santa Maria in Aquiro), che ha messo a disposizione i locali gratuitamente, e al contributo economico di Fondazione Bnc e di Tavola Valdese .

Entrando nello specifico, “Una ricetta per due” è un servizio di catering sociale a domicilio, rivolto principalmente agli abitanti – soprattutto anziani – del III municipio di Roma. Il servizio è attivo tutti i giorni dal lunedì al sabato, con la possibilità di richiedere in quest’ultimo giorno anche un pasto freddo per la domenica. Ogni pasto è composto da primo, secondo, contorno e frutta e costa in tutto 7 euro.

“Gli ingredienti di ogni piatto sono freschi e genuini – assicurano i promotori – e il menù è studiato dal nostro chef per adattarsi ad ogni esigenza”. Il pasto potrà essere prenotato, preferibilmente il giorno precedente o al massimo entro le 9 del giorno stesso, on-line oppure telefonicamente al numero 393 9093012.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS