IL SANTO DEL GIORNO SANTA CECILIA

271
santa ceciliaSanta Cecilia, venerata come martire e onorata come patrona della musica, dei musicisti e dei cantanti. Unasanta romana di cui è difficile reperire dati storici ma a sostenerne l’importanza è la certezza storica dell’antichità del suo culto. Secondo la tradizione nacque da una nobile famiglia romana e fu promessa sposa al nobile Valeriano. Il giorno delle nozze organi e lieti canti risuonavano nella sua casa ed ella li accompagnava cantando nel suo cuore: “conserva o Signore immacolati il mio cuore e il mio corpo, affinché non resti confusa”. Da questo particolare è stato tratto il vanto di protettrice dei musicanti.
Confidato allo sposo il suo voto, egli si convertì al Cristianesimo e nella prima notte di nozze ricevette il battesimo dal Pontefice Urbano I. Valeriano fu presto martirizzato (la chiesa celebra la sua memoria il 14 aprile) perchè, convertito alla fede, si dedicava alla sepoltura di tutti i poveri corpi che incontrava mentre il giudice Almachio aveva proibito di seppellire i cadaveri dei cristiani. A causa della fede anche Cecilia venne presto chiamata davanti al giudice Almachio che ne ordinò la morte per soffocamento nel bagno di casa sua, ma si narra che “la Santa invece di morire cantava lodi al Signore”. Convertita la pena per asfissia in morte per decapitazione, il carnefice dopo avergli inflitto i tre colpi legali (era il “contratto” dei boia per ogni uccisione) e, non ancora sopraggiunta la morte, la lasciò nel suo sangue. Fu Papa Urbano I, sua guida spirituale, a renderle la degna sepoltura nelle catacombe di San Callisto, in un posto d’onore, accanto alla cosiddetta «Cripta dei Papi», trasferita poi da Pasquale I nella cripta della basilica trasteverina.
Il “titolo” basilicale di Cecilia è antichissimo, sicuramente anteriore all’anno 313 d.C., cioè all’età di Costantino; la festa della santa veniva già celebrata, nella sua basilica di Trastevere, nell’anno 545 d.C. 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS