I Vescovi di Ragusa e Noto promuovono un microcredito per avviare start up

436

La diocesi di Ragusa e Noto e la camera di Commercio ed ex Provincia di Ragusa insieme per sostenere i progetti dei disoccupati che vogliono mettere su un’impresa. Gli interessati potranno presentare domanda per accedere al fondo di microcredito dal prossimo primo dicembre all’indirizzo di posta elettronica: diocesirg.udpsl@pec-legal.it. Attraverso il fondo di garanzia di 525 mila euro, sarà possibile richiedere finanziamenti alle banche per 1,2 milioni di euro.

Al bando – si legge nel comunicato stampa –  potranno partecipare persone fisiche di età compresa tra i 18 e i 35 anni che vogliano realizzare un progetto di micro-impresa o di lavoro autonomo in una delle città del Libero consorzio comunale di Ragusa. Ci sarà anche spazio per chi ha più di 35 anni, purché sia disoccupato. Il microcredito potrà ammontare da un minimo di tre a un massimo di 20 mila euro per ogni istanza. Il finanziamento potrà essere rimborsato in rate mensili da un minimo di 24 mesi a un massimo di 84 mesi.

Vogliamo dare una speranza e una testimonianza nella ricerca del nuovo lavoro – hanno detto i vescovi di Ragusa e Noto, Carmelo Cuttitta e Antonio Staglianò -, purtroppo pure nel nostro territorio si riscontra la mancanza di volontà di fare impresa, e proprio su questo noi vogliamo incidere”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS