Un Anno Santo con Bergoglio che si racconta su Tv2000 L'intervista esclusiva è stata trasmessa su Tv2000 alle ore 21.00

225
Bergoglio

“Ho visitato le ragazze che sono state tolte dallo sfruttamento della prostituzione, ricordo una dall’Africa, bellissima, giovanissima. Era incinta, sfruttata, anche con bastonate e torture: ‘tu devi andare a lavorare”. Così Papa Francesco, in un’intervista esclusiva a Tv2000 e inBlu Radio, sollecitato dai giornalisti, ricorda la visita che lo scorso 12 agosto, durante uno dei venerdì della Misericordia, ha fatto presso una casa dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, dove ha incontrato le ragazze che sono state salvate dai viali a luci rosse dell’Italia.

Il Pontefice ha raccontato la testimonianza di questa giovane donna, che ha partorito da sola, in strada e la sua bambina è morta. Poi l’esperienza di un’altra ragazza avevano tagliato un orecchio. “Io ho pensato non solo agli sfruttatori, ma anche a quelli che pagavano le ragazze – ha detto Papa Francesco visibilmente emozionato -, ma non sanno loro che con quei soldi per darsi una soddisfazione sessuale aiutavano gli sfruttatori”.

Poi racconta di quando è andato a vedere i “due punti della vita, l’inizio e la fine“. In uno dei Venerdì della Misericordia il Pontefice si è recato in un’ospedale che collabora con il Bambin Gesù. Nel reparto di neonatologia ha incontrato una donna che aveva avuto tre gemellini, due erano sopravvissuti, ma il terzo purtroppo non ce l’aveva fatta. “Ho pensato alla brutta abitudine di mandare via i bambini prima della nascita, questo crimine orrendo. Li mandano via perché è meglio così, perché è più comodo, perché è una responsabilità grande, è un peccato grandissimo”.

L’intervista è visibile su You Tube: CLICCA QUI

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS