Assalto in stile “desperado” a un treno merci, ma i vagoni sono vuoti Episodio da far west: i banditi hanno posto un'auto in fiamme sui binari e aperto due scompartimenti prima di darsi alla fuga

157
Cerignola

Una scena degna di un buon film western quella avvenuta a Cerignola, in provincia di Foggia: un vero e proprio assalto al treno, un merci proveniente da Bari, è stato effettuato da un commando di circa 10 persone nella tarda serata dello scorso 15 novembre. Dopo aver posto sui binari, a pochi chilometri dalla stazione di Cerignola Campagna, un’automobile in fiamme, i banditi hanno aperto gli ultimi due vagoni del convoglio bloccato. Gli scompartimenti, però, erano vuoti.

L’attacco al treno era stato ben pianificato: la vettura, una Ford Fiesta, era stata rubata nei giorni scorsi a Manfredonia, sempre nel foggiano, e la dinamica stessa dell’agguato presupponeva un’approfondita conoscenza degli orari e delle tratte di percorrenza dei treni. Appena l’auto in fiamme è stata posta sui binari, i dispositivi di sicurezza di Trenitalia hanno immediatamente disposto lo stop del convoglio in arrivo – il quale, stando a quanto riportato da fonti locali, trasportava pannelli solari -, e messo in stato di allerta quelli che lo seguivano. L’azione non è durata che pochi minuti: quando gli assalitori si sono trovati di fronte ai vagoni vuoti, si sono subito dati alla fuga facendo perdere le loro tracce.

La situazione ha naturalmente provocato lunghi ritardi nella circolazione sulla strada ferrata interessata: uno stop di circa 2 ore, tempo richiesto dall’intervento dei Vigili del fuoco per domare l’incendio e per le successive operazioni di rimozione dalle rotaie dei resti bruciati dell’automobile. La normale circolazione è ripresa attorno alla mezzanotte: alcuni treni passeggeri e altri convogli merci, sono giunti in stazione con un’ora di ritardo.

Ancora in corso le indagini della Polizia ferroviaria di Foggia. D’altronde, questo non è il primo episodio simile verificatosi nella zona di Cerignola: un altro commando, solo qualche giorno prima, aveva bloccato un pullman diretto a Roma appartenente alla linea Marozzi. L’agguato era stato effettuato, armi alla mano, su un tratto della Statale 16, a poca distanza dal centro della provincia di Foggia, e si era concluso con la rapina degli effetti personali di alcuni passeggeri.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS