IL SANTO DEL GIORNO SAN ALBERTO MAGNO

10678

s_ALBERTO-150x150San Alberto Magno, vescovo e dottore della chiesa. Nato a Lauingen in Baviera nel 1206, era il figlio più piccolo del conte di Bollstadt. Da giovane, fu mandato a studiare a Padova, dove viveva un suo zio, perchè l’Università locale aveva un’ottima reputazione per chi voleva studiare arti liberali.

Nel 1223, ascoltò i sermoni di Giordano di Sassonia e decise di far parte del suo ordine religioso: l’Ordine dei predicatori. Completati gli studi, Alberto insegnò teologia in diverse città tra cui Friburgo, Colonia e Parigi dove ebbe modo di conoscere Tommaso d’Aquino che divenne suo discepolo. Nel 1260 divenne vescovo di Ratisbona, lasciando due anni dopo per tornare ad insegnare allo Studium di Colonia.

Nel 1274 partecipò, invitato da papa Gregorio X, al secondo concilio di Lione. Nel 1277 difese le opere del suo discepolo Tommaso, morto prematuramente. Alberto Magno fu un uomo di grande cultura, scrisse molti libri toccando argomenti come la logica, le scienze fisiche, la biologia, la psicologia, la filosofia dei poveri, la metafisica, la teologia, l’esegesi.
Alcuni studiosi dicono che Alberto ha creduto nella scienza sperimentale, basandosi sugli scritti di Aristotele era convinto della necessità di provare attraverso la sperimentazione non limitandosi a quello che gli altri dicono. Seppe inoltre dare una svolta epocale allo studio della filosofia e della teologia divulgando un metodo in uso ancora oggi, il santo affermava che “tutte le scienze naturali avrebbero dovuto essere le ancelle della teologia, la scienza superiore”. Morì nel 1280, le sue reliquie si trovano a Colonia nella chiesa di sant’Andrea. San Alberto Magno è patrono di scienziati e cultori delle scienze naturali.
AFORISMA DEL SANTO: “La vera amicizia si fonda su ciò che è bene per entrambi gli amici”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS