Caivano, Parco Verde nell’occhio del ciclone: nuova indagine su un caso di abusi A sporgere la denuncia la madre di una bambina che ha denunciato il nonno e lo zio paterni

300
caivano

Ancora una volta il Parco Verde di Caivano, Napoli, finisce nell’occhio del ciclone. Infatti la Procura di Napoli Nord ha aperto un’indagine su un nuovo presunto caso di abusi sessuali su una bambina di 4 anni. La vicenda è emersa durante una separazione tra due coniugi: la madre della piccola, infatti, averebbe accusato il nonno e lo zio paterni di aver commesso violenze nei confronti della loro nipote.

La donna ha sporto denuncia ai carabinieri e la Procura si attivata immediatamente aprendo un fascicolo di inchiesta e, successivamente, il Tribunale dei minori ha provveduto a tutelare la bambina, affiancandola anche con un team di esperti che dovranno valutare i suoi comportamenti e i suoi racconti. Secondo la mamma, la bambina avrebbe avuto degli strani atteggiamenti, soprattutto quando si recava in visita a casa di alcuni parenti e, inoltre, avrebbe raccontato alla mamma delle “cose difficili da immaginare” per una bimba così piccola, come sostenuto dalla donna.

Il Parco Verde di Caivano negli ultimi anni è diventato tristemente famoso perché teatro della tragica morte della piccola Fortuna Leofreddo. La bimba era precipitata da uno dei balconi del palazzo e. secondo alcune ipotesi, era stato un “orco”, a spingerla di sotto. Il suo è il primo di una lunga serie di casi di abusi e orrori che purtroppo vedono come vittime i bimbi residenti nel condominio.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS