La proposta di Majorino: “Aprire il campo base di Expo Milano ai senzatetto”

158
expo

A Milano si torna a discutere del futuro del Campo Base Logistico di Expo 2015. Le sue porte, infatti, potrebbero aprirsi per i senzatetto con l’arrivo dell’inverno. Ma si accendono nuovamente le polemiche tra Comune e Regione. Infatti, è stato l’assessore comunale alle Politiche Sociali, Pierfrancesco Majorino, a proporre di destinare ai clochard i 500 posti letto del villaggio costruito a Rho per alloggiare gli operai del’Esposizione Universale. Intervenendo a Palazzo Marino, l’assessore ha lanciato la sua proposta: “Non vogliamo sostituirci alla Regione, ma auspichiamo si riveda la disponibilità a utilizzare lo spazio del Campo Base”.

Majorino ha definito “surreale” la situazione che impedisce di utilizzare la struttura a causa del rimpallo tra Comune e Regione. Il presidente della Lombardia, Roberto Maroni, dopo il “no” ribadito anche nelle ultime ore all’uso di strutture pubbliche per ospitare i richiedenti asilo, dovrà decidere se pronunciarsi a favore dell’apertura del villaggio e dell’ex ospedale di Garbagnate Milanese e quello di Baggio per accogliere chi non ha più nulla.

Il Campo base di Rho è rimasto vuoto al termine di Expo. Dopo lo scontro nel mese di agosto sulla possibilità di utilizzarlo per sistemare i migranti arrivati in città, idea del sindaco Giuseppe Sala, subito bocciata dal presidente Maroni, e l’ipotesi di alloggiarvi una parte delle vittime del terremoto del 24 agosto, ora è la volta dei senza tetto. L’obiettivo del piano per i senza fissa dimora è comunque quello di arrivare ad avere 2780 posti letto disponibili nel capoluogo meneghino.

Un obiettivo possibile anche “grazie alle risorse statali del programma operativo nazionale, che ha previsto per Milano 8,4 milioni di euro per azioni inclusione sociale”, ha spiegato Majorino. Punto fermo della rete resta un rifugio “storico” come Casa Jannacci, che porterà la capienza da 480 a 620 posti letto, mentre una novità di quest’anno è la tessera salvavita per i senza fissa dimora, contenente tutti i riferimenti utili in caso di emergenza. Secondo le stime di Fondazione De Benedetti, Comune e delle associazioni del Terzo settore, i senzatetto presenti a Milano sono complessivamente 2637. Di questi, 531 che vivono per strada. Una stima più bassa rispetto a quella dell’Istat, che riporta circa 12 mila persone, che include tutti coloro che vivono in situazioni informali, di emergenza o non regolari.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS