La strage infinita: nel 2016 oltre 4.200 migranti sono morti nel Mediterraneo Drammatico il bilancio tracciato dalla relazione dell'Oim: "E' l'anno più letale mai registrato sinora"

101
migranti

Nel 2016 4.220 tra migranti e rifugiati sono morti nel Mediterraneo mentre tentavano di raggiungere l’Europa. Lo ha riferito oggi a Ginevra l’Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim). Dopo i 240 scomparsi e presunti deceduti in seguito ai due naufragi di mercoledì tra la Libia e l’Italia,”il fosco conteggio dei migranti morti sale a 4.220 per il 2016, fin d’ora l’anno più letale mai registrato ” afferma l’Oim.

In tutto il 2015, circa 3.770 migranti e rifugiati avevano perso la vita nel Mediterraneo. L’Oim ha precisato che dall’inizio del 2016, circa 335.031 migranti e rifugiati sono entrati in Europa via mare arrivando soprattutto in Grecia (169.901) e in Italia (159.496). La maggioranza dei decessi (3.743) è stata segnalata tra il Nord-Africa e l’Italia. Il totale degli arrivi del 2016 è nettamente inferiore a quello registrato per lo stesso periodo del 2015, quando erano circa 728.926.

“L’aumento del numero delle vittime rispetto allo scorso anno è legata a due fattori diversi” ha spiegato Federico Soda, direttore dell’Ufficio di Coordinamento del Oim per il Mediterraneo a Roma. “In primo luogo, ci sono stati tre grandi naufragi alla fine di aprile e maggio, che ha colpito centinaia di persone che viaggiavano su tre imbarcazioni fragili. Questi hanno causato quasi 1.400 morti. Questo mese passato è stato anche estremamente tragico. È costata la vita a più di 250 persone la scorsa settimana e 240 di giovedì”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS