The Shukran: il social network dei ringraziamenti

168
shukran

Shukran è una parola araba che significa “grazie“, ma è anche il nome di un social network che si pone l’obiettivo di essere “diverso”. Niente polemiche, bandite le aggressioni verbali o commenti violenti e le polemiche sterili. “The Shukran”, così si chiama” si pone l’obiettivo di creare nuove community in tutto il mondo che però non siano opertive solo nella realtà virtuale, ma anche nella vita vera.

Niente più “amici”, niente più like, l’apprezzamento si esprime tramite un semplice e significativo “grazie”- in lingua araba e indi “shukran”, per l’appunto – simboleggiato da una manina arabeggiante.

Ideato da giovani italiani autoctoni e di origini straniere, promosso da Luca Bauccio, avvocato co-fondatore di YouReporter.it, The Shukran, il social della gratitudine, si sviluppa tramite il contributo tecnico di un ampio numero di qualificati professionisti della comunicazione, avvocati, esperti di start up, blogger, grafici, studenti universitari.

La schermata di “The Shukran” è molto semplice: lo sofndo è modificabile a seconda dell’umore che una persona ha, inoltre, c’è un flusso continuo fi fotografie incorniciate all’interno di un ottagono arabeggiante, uno dei motivi ricorrenti nella pagina. Dentro la cornice, c’è sempre una foto o un video, con allegato il suo hashtag e le sue tag. Poco spazio invece per le parole, che spesso dividono invece che unire. Le immagini, invece, come quella di un sorriso o di bambini che giocano insieme, veicolano messaggi universali e positivi.
ù

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS