Nigeria, allarme Oxfam: “Scomparsi 10 mila bambini nello Stato di Borno” “La popolazione vive in zone controllate da Boko Haram, le organizzazioni umanitarie non hanno accesso”

186

Allarme Oxfam in Nigeria. Secondo la Ong – una delle più importanti confederazioni internazionali nel mondo specializzata in aiuto umanitario e progetti di sviluppo – “La popolazione vive in zone controllate o da Boko Haram o dal Governo, e le organizzazioni umanitarie non hanno accesso”. I terroristi islamisti, inoltre, hanno causato la fuga di migliaia di persone tanto che lo Stato nordoccidentale di Borno accoglie milioni di sfollati interni.

Tra questi, circa 10 mila giovani sono scomparsi presumibilmente per essere reclutati come terroristi e kamikaze nelle fila di Boko Haram. La situazione della popolazione in questo Stato è devastante, prosegue Oxfam, con oltre 65 mila persone che soffrono la fame e circa un milione sono a rischio. Secondo le stime delle Nazioni Unite, infine, in Borno (Stato federato con oltre 4 milioni di abitanti la cui capitale è Maiduguri) sono circa 250 mila i bambini con meno di 5 anni in condizioni di estrema povertà e circa 4 milioni e mezzo di persone necessitano urgentemente di generi alimentari di base.

Oxfam International è composta da 17 organizzazioni di Paesi diversi che collaborano con quasi 3.000 partner locali in oltre 90 paesi per individuare soluzioni durature alla povertà e all’ingiustizia. E’ impegnata principalmente su tre fronti: “programmi di sviluppo”, per aiutare le persone a migliorare le loro condizioni di vita, fornendo loro sostegno e risorse adeguate, favorendo processi di sviluppo sostenibili nel lungo periodo; “interventi di emergenza“, per portare acqua, servizi igienico-sanitari e rifugi alle popolazioni vittime di conflitti e disastri naturali e sostenere la ricostruzione fino al ritorno alla normalità; “campagne di opinione e sensibilizzazione“, pubblicando analisi e organizzando eventi di informazione per influenzare le politiche che causano la povertà e l’ingiustizia globale e nella promozione degli interessi dei più povere e vulnerabili.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS