Spagna: Re Felipe avvia le consultazioni. Oggi la designazione di Rajoy Nella giornata di domenica il consiglio consiglio federale dei socialisti ha preso con 139 voti a favore e 96 contrari la sofferta decisione di dare l’ok al premier uscente

210
spagna

Il re di Spagna Felipe VI ha avviato ieri le consultazioni con i leader politici in vista della designazione, con ogni probabilità oggi, del leader del Pp e premier uscente Mariano Rajoy quale nuovo capo del governo incaricato da sottoporre all’investitura del Congresso. L’avvio degli incontri con i dirigenti dei partiti avviene all’indomani della decisione del Psoe di astenersi al secondo turno sulla fiducia a Rajoy, consentendo così la sua elezione a nuovo premier e la chiusura della crisi politica che ha paralizzato il paese negli ultimi 10 mesi.

Felipe VI ha visto ieri i rappresentanti dei 9 partiti più piccoli, mentre nella giornata di oggi riceverà i leader dei quattro più grandi, Albert Rivera di Ciudadanos, il segretario di Podemos Pablo Iglesias, il leader provvisorio del Psoe Javier Fernandez e per ultimo Rajoy. Il Congresso dei deputati si riunirà in sessione di investitura da mercoledì o giovedì. L’elezione di Rajoy al secondo turno dovrebbe intervenire sabato o domenica.

Nella giornata di domenica il consiglio consiglio federale dei socialisti ha preso con 139 voti a favore e 96 contrari la sofferta decisione di dare l’ok al premier uscente e di ordinare agli 85 deputati socialisti, su 135, di astenersi al secondo voto sulla fiducia a Rajoy. Con questa mossa il partito socialista, in piena crisi, calato dal 48% degli anni ’80 al 22% toccato dopo due anni sotto la guida di Pedro Sanchez, il segretario defenestrato il primo ottobre scorso, evita che il Paese torni a votare per la terza volta in un anno a Natale.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS