Boom di sbarchi nel 2016: oltre 150 mila migranti giunti in Italia

221
sbarchi

Gli sbarchi degli ultimi giorni rendono il 2016 l’anno record per numero di arrivi di migranti sulle nostre coste. Con 153.450 si registra infatti il 10% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e si supera di 1.300 persone il totale segnato nel 2014, che alla fine, con 170mila sbarcati, diventò l’anno con il maggior numero profughi giunti in Italia. Ed i numeri sono ancora più imponenti se si contano i 4.300 soccorsi che ancora non hanno toccato terra.

Salvataggi

Negli ultimi 3 giorni sono circa 12mila le persone recuperate nel Canale di Sicilia. Un flusso che allarma e che – allo stato – lascia prevedere che il record dei 170mila a fine anno verrà superato. Il sistema d’accoglienza è continuamente messo sotto pressione dai nuovi sbarchi: ad oggi sono ben 167mila gli stranieri ospitati nei centri e nelle strutture temporanee. Tra le regioni, in testa c’è la Lombardia (13%, pari a 22mila persone), seguita da Sicilia, Piemonte, Lazio, Veneto e Campania, tutte con l’8% (circa 13mila ospitati per ognuna). Tra le nazionalità dichiarate al momento dello sbarco prevalgono i nigeriani (20%), seguiti da eritrei (12%), guineani (7%) e gambiani (6%). Ingente, infine, anche il fenomeno dei minori non accompagnati, che hanno superato quota 20mila, contro i 12mila dell’intero 2015.

Lotta agli scafisti

Non si ferma, intanto, la lotta al traffico di esseri umani. Quattro senegalesi e due gambiani sono stati fermati a Catania da Polizia di Stato e Guardia di finanza, coordinati dalla Procura della Repubblica etnea, nell’ambito delle indagini sugli sbarchi avvenuti a Catania il 21 ottobre scorso, quando sono giunti a bordo della nave “Vos Hestia” di “Save The Children” 231 migranti ed i cadaveri di cinque di essi, e ieri, quando a Catania sono stati fatti sbarcare dalla nave della Marina britannica “Hms Enterprise” 622 migranti e tre cadaveri.

Le accuse

I fermati sono gravemente indiziati del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e sono stati rinchiusi nel carcere di Piazza Lanza. Due sarebbero stati alla guida di un gommone con a bordo 118 migranti soccorso in acque internazionali dalla nave della Marina irlandese “Samuel Beckett”, che ha anche recuperato i cinque cadaveri, tutti successivamente trasbordati sulla “Vos Hestia”. Un altro fermato sarebbe stato alla guida di un gommone bianco di circa 10 metri con a bordo 190 migranti e tre cadaveri soccorso in acque internazionali dalla “Hms Enterprise“. Gli ultimi tre fermati sarebbero stati i componenti dell’equipaggio di un gommone di 126 migranti anch’esso soccorso dalla nave britannica.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS