Serie A, le probabili formazioni della 9/a giornata di campionato

177
campionato

Dopo la partentesi infrasettimanale delle Coppe europee, torna la Serie A. Il big match è quello tra Milan e Juventus, in programma sabato alle 20:45, quando a San Siro si affronteranno seconda e prima in classifica. Alle 18:00, altra super sfida, il derby della lanterna. Domenica, dopo l’anticipo delle 12:30 tra Udinese e Pescara, altre 5 gare alle 15:00, tra cui Atalanta-Inter. Chiudono Bologna-Sassuolo, alle 18:00, e Roma-Palermo, in serata.

Sampdoria-Genoa
Giampaolo deve fare a meno di Viviano, infortunato: in porta ci sarà Puggioni. Emergenza in difesa, anche se Silvestre sembra recuperato almeno per la panchina. Dall’inizio il favorito al centro con Skriniar è Palombo. A centrocampo ballottaggio tra Barreto e Praet, in attacco Quagliarella dovrebbe essere regolarmente in campo al fianco di Muriel. In caso di forfait dell’attaccante campano, tocca a Budimir. Pavoletti recupera, ma va in panchina: ci sarà ancora Simeone dal primo minuto al centro del tridente di Juric, che sarà in tribuna per squalifica e che in conferenza stampa ha detto di aspettarsi una grande prestazione da Pandev, titolare insieme a Rigoni. Con Lazovic squalificato, a destra giocherà Edenilson.

Milan-Juventus
Rispetto all’undici che ha battuto il Chievo, sarà Bacca l’unico cambio certo di Montella: il colombiano rileva il posto di Lapadula nel tridente con Suso e Niang. In difesa si va verso la conferma di Abate, a centrocampo verso quella di Locatelli, anche se Sosa scalpita per una maglia da titolare. Sembrava recuperato per la panchina Zapata, ma il colombiano è invece rimasto fuori dalla lista dei convocati. Allegri dovrebbe confermare il 3-5-2 con Benatia in difesa al posto di Chiellini, Hernanes favorito su Lemina in regia, Khedira e Pjanic a completare il centrocampo con Marchisio in panchina. Mandzukic partirà per la trasferta milanese con la squadra (tra i 22 convocati si rivede Rugani), ma in avanti sarà ancora Dybala-Higuain.

Udinese-Pescara
Pochi dubbi per Delneri, che recupera Widmer (titolare) e Hallfredsson (sfavorito nel ballottaggio con Jankto). In mezzo conferme per Fofana e Kums, in avanti ancora De Paul e Thereau ai lati di Zapata. Privo di Coda squalificato, Oddo dovrebbe rilanciare Zampano titolare. Emergenza in attacco, dove Manaj, Bahebeck e Verre sono fuori per infortunio: Benali e Aquilani giocheranno dietro a Caprari, anche se Pepe e Mitrita sperano in una maglia sino all’ultimo.

Atalanta-Inter
Gasperini recupera Kurtic solo per la panchina: Petagna e Gomez sicuri di un posto nel tridente, per la terza maglia sarà ballottaggio tra D’Alessandro e Gagliardini, con quest’ultimo leggermente favorito. A sinistra Dramè è insidiato da Caldara. De Boer respira dopo il successo col Southampton e ritrova Joao Mario, inutilizzabile in Europa League. Con il portoghese e Medel dovrebbe esserci Banega, anche se Kondogbia insidia l’argentino. Dubbio a sinistra, dove è ballottaggio tra Santon e D’Ambrosio, mentre a destra tocca ad Ansaldi.

Cagliari-Fiorentina
Marco Borriello potrebbe non essere a disposizione a causa di un attacco influenzale che lo ha costretto a saltare l’allenamento del venerdì: se però l’ex centravanti dell’Atalanta sarà a disposizione, sarà lui il titolare e non Melchiorri . Isla favorito su Munari come mezzala destra, Di Gennaro trequartista. Sousa ritrova un Kalinic rigenerato dai gol in Europa League: il croato sarà titolare con Ilicic e Borja Valero in appoggio. Ballottaggio in mediana: Vecino in pole su Badelj. Rispetto all’undici schierato contro lo Slovan Liberec, sono Bernardeschi e Milic i nomi nuovi.

Crotone-Napoli
Per il debutto allo Scida, Nicola in conferenza stampa ha detto di voler confermare la squadra già vista a Sassuolo. Si pensa a Tonev nel tridente con Falcinelli e Palladino. Albiol non ce la fa e Sarri si affiderà nuovamente alla coppia Koulibaly-Maksimovic. In attacco l’unica certezza è Gabbiadini: per il resto, Mertens e Callejon favoriti su Insigne e Giaccherini. A Crotone potrebbe scoccare l’ora di Diawara: l’ex Bologna favorito nel ballottaggio con Jorginho.

Empoli-Chievo
Martusciello non avrà a disposizione Croce, spazio a Buchel con Tello e Josè Mauri. In difesa Costa ci sarà e farà coppia con Bellusci. Più Pasqual che Dimarco a sinistra. Pucciarelli-Maccarone la coppia di attacco, con Gilardino in forte dubbio. Due cambi rispetto alla gara col Milan: Hetemaj per Izco a centrocampo e Meggiorini per Floro Flores in attacco. Per il resto Maran punta sulla stessa formazione che aveva messo in difficoltà i rossoneri nei primi 45 minuti della sfida del Bentegodi.

Torino-Lazio
Buone notizie per Mihajlovic, che può contare su una rosa finalmente al completo, eccezion fatta per De Silvestri (potrebbe rientrare con l’Inter) e Molinaro. E allora si va verso la conferma della formazione che ha schiantato il Palermo, con Benassi-Valdifiori-Baselli a centrocampo e il tridente Iago-Belotti-Ljajic in attacco. Unico dubbio, in difesa: più Rossettini che Bovo. Inzaghi alle prese con l’ennesimo stop per De Vrij, fuori per i prossimi due mesi a causa di un’infrazione al quinto metatarso del piede destro, e quello di Milinkovic, alle prese con un risentimento muscolare al flessore. Il tecnico pensa a un 4-1-4-1: Radu deve scontare un turno di stop, a sinistra ci sarà Patric, a destra Basta e Wallace centrale. Cataldi davanti alla difesa, Parolo e Lulic centrali; Felipe Anderson e Keita sulle fasce con Immobile unica punta.

Bologna-Sassuolo
Con Gastaldello ancora squalificato, Donadoni conferma la coppia centrale Helander-Maietta; Torosidis dal 1′, panchina per Masina. Ballottaggi sul filo in attacco: Sadiq e Verdi in leggerissimo vantaggio su Floccari e Di Francesco. Matri lotta per un posto dal 1′ con Defrel, ma il francese resta in vantaggio. A centrocampo, con Biondini e Duncan toccherà a uno tra Magnanelli e Sensi, con il primo favorito. Berardi ancora fuori, potrebbe rientrare nell’infrasettimanale con la Roma.

Roma-Palermo
Dopo il turnover in attacco contro l’Austria Vienna, Dzeko e Salah ritrovano il campo dal primo minuto con Totti e Iturbe che si accomodano in panchina. E rispetto alla gara di coppa si cambia anche a centrocampo: Gerson lascia il posto a De Rossi. Nestorovski ce la fa: dietro al macedone tocca a Quaison e Diamanti. Cionek in pole su Andelkovic in difesa, Henrique dovrebbe fare coppia con Gazzi in mediana.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS