Infrastrutture: Atlantia pronta a investire 7,5 miliardi in Italia L'ad Giovanni Castellucci: "L'obiettivo è crescere sul fronte internazionale". Nel piano Autostrade, Aeroporti e business correlati

157
castellucci

“Nei prossimi 5 anni, investiremo in Italia oltre 5 miliardi con Autostrade per l’Italia e circa 2,5 miliardi con Aeroporti di Roma, ma l’obiettivo strategico è anche crescere sul fronte internazionale aumentando l’Ebitda realizzato da business internazionali rispetto al 25% del totale ad oggi”. Sono le parole dell’Ad di Atlantia Giovanni Castellucci, che ha illustrato a Londra alla comunità finanziaria e alla stampa internazionale le strategie di sviluppo e gli obiettivi di crescita del Gruppo per i prossimi anni.

Atlantia ha un piano di riassetto organizzativo che vedrà nascere nel 2017 una struttura articolata per 4 principali piattaforme industriali organizzate nelle aree di business: Autostrade italiane, Autostrade estere, Aeroporti, Altri business correlati. “La nuova struttura organizzativa consentirà di sviluppare ciascuna area di business in modo indipendente, consentendo laddove necessario anche l’apertura del capitale a partner internazionali”, ha precisato Castellucci. “Atlantia è un player internazionale e ha sicuramente le capacità finanziarie per reperire sui mercati dei capitali le risorse necessarie – ha aggiunto – ma fra i finanziatori oggi maggiormente interessati ad investire nel settore ci sono anche grandi fondi pensione e sovrani che vogliono investire in Italia. Di qui l’opportunità di una marcia in più, aprendo il capitale di Aspi a partner internazionali per poi reinvestire maggiormente all’estero”.

Le nuove aree di business di Atlantia – si legge nella nota – saranno così composte: – “Autostrade italiane“, con Autostrade per l’Italia (Aspi) che svolgerà il ruolo di capogruppo operativa e continuerà a detenere le partecipazioni di controllo nelle altre società autostradali italiane del Gruppo; – “Autostrade estere”, che oggi includono le partecipazioni in Grupo Costanera e Los Lagos in Cile, Atlantia Bertin Concessoes in Brasile e Stalexport in Polonia, il cui controllo sarà trasferito da Autostrade per l’Italia ad Atlantia; – “Aeroporti”, con Aeroporti di Roma (Adr) e Aeroports de la Côte d’Azur (Aca), società per la quale il consorzio offerente costituito al 75% da Atlantia è stato selezionato quale aggiudicatario provvisorio dal Governo francese nell’ambito della procedura di privatizzazione avviata dallo Stato; – “Altri business correlati”, che oltre a Pavimental e Spea Engineering includerà anche Telepass e Etc, il cui controllo sarà trasferito da Autostrade per l’Italia ad Atlantia, con l’intento di promuovere sempre più all’estero il business dei sistemi di pagamento automatizzati per la mobilità di cui il Gruppo è leader mondiale.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS