Trasporti pubblici: Parigi è la città che offre il servizio migliore nel mondo Qui si può essere sicuri di avere a meno di un chilometro di distanza mezzi pubblici efficaci sia per frequenza sia per livello di servizio

282
parigi

La gestione di una rete di trasporti pubblici, in particolare in un’area metropolitana, non è una cosa da poco conto. Bisogna fare un ottimo lavoro di organizzazione per scegliere i percorsi, le fermate, gli orari, il numero dei veicoli, spesso incrociando diverse categorie di mezzi, come ad esempio tram autobus, metro e treni.

In Europa, ma anche nel resto del mondo, sono molti i cittadini che scelgono di affidarsi ai trasporti pubblici invece di usare un mezzo di proprietà: c’è chi lo fa per questioni economiche e chi per cercare di diminuire l’inquinamento atmosferico e quindi rendere più vivibile le nostre città. Ma molto spesso utilizzare i mezzi pubblici significa incorrere in una serie di problemi e imprevisti, come ad esempio scioperi, mezzi che si rompono, ritardi o autobus che rimangono imbottigliati nel traffico. Molto spesso invece, chi vorrebbe utilizzare la rete urbana dei trasporti non li ha a “portata di mano”.

La città numero uno al mondo per il servizio di trasporto pubblico offerto si trova in Europa: è Parigi, almeno secondo quanto stabilito dalla Itdp, ossia l’Institute and development policy di New York, istituto specializzato nel settore dei trasporti che ha preso in considerazione le 26 città più popolate al mondo, facendo una recensione del numero di persone abitanti a meno di un chilometro di distanza di un mezzo di trasporto.

Qui si può essere sicuri di avere a meno di un chilometro di distanza mezzi pubblici efficaci sia per frequenza sia per livello di servizio. Che si tratti di autobus, metropolitana o tram. Parigi è la sola ad avere ottenuto il 100%, battendo città come Barcellona (99%), Londra (91%) e New York (77%). Ultima è Brasilia con il 17%. Meno fortunati i francesi che abitano fuori Parigi: in questo caso il servizio non è altrettanto da record perché solo un abitante su due ha almeno un mezzo di trasporto vicino.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS