Uragano Matthew, si aggrava il bilancio negli Usa: 34 morti Ad Haiti l'uragano ha provocato la morte di oltre 500 persone

182
Matthew

Sale a quota 34 il bilancio dei morti provocati dall’uragano Matthew negli Stati Uniti: la Florida ne conta nove, tra cui una donna colpita da un albero caduto e un anziano fulminato da un palo della luce abbattuto, ma lo Stato più colpito è il North Carolina, dove 18 persone hanno perso la vita, in molti annegati a bordo di automobili trascinate via dall’acqua.

Ad Haiti l’uragano ha lasciato dietro di sé oltre 500 morti. La Casa Bianca ha fatto sapere che il presidente Barack Obama ha dichiarato lo stato di calamità nel sud Carolina, disponendo aiuti federali in aggiunta agli aiuti forniti alle popolazioni dai governi locali. Il presidente ha anche rivolto un appello ai residenti, affinché seguano le raccomandazioni delle autorità, anche perché esiste ancora il rischio che si possano verificare nuove alluvioni.

Intanto un altro uragano, Nicole, si è riformato sull’Oceano Atlantico e punta verso le Bermuda dove è già stata dichiarata l’allerta. Secondo il Centro nazionale statunitense per gli uragani di Miami, la tempesta viaggia con venti fino a 140 chilometri l’ora ed è previsto un rafforzamento prima che l’ occhio del ciclone raggiunga, giovedì, le isole, sotto forma di uragano di categoria 2.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS