Minorenne ucciso nel foggiano: fermato un 16enne Il ragazzo si è costituito di sua volontà al commissariato di polizia di San Severo

170

Per l’omicidio del 17enne Mario Morelli, compiuto la sera del 6 ottobre scorso con colpi di pistola in piazza del Carmine, a San Severo (Foggia) è stato fermato un sedicenne. Il minorenne si è costituito di sua volontà al commissariato di polizia di San Severo accompagnato dai suoi difensori, avv. Massimo Roberto Chiusolo e Matteo Tenace. Ora è accusato di omicidio volontario e tentato omicidio. Nell’agguato, infatti, è rimasto ferito anche un amico della vittima. Il sedicenne era ricercato da subito dopo il delitto, che sembra fosse nato a seguito di una lite.

Il minore ucciso, originario di Eboli, era stato colpito da una pallottola all’addome dopo le 23.30 di venerdì scorso in piazza del Carmine. Trasportato in condizioni disperate all’ospedale Masselli Mascia, per lui non c’è stato nulla da fare: Mario era morto poco dopo per una grave emorragia interna.

Oltre al proiettile all’addome, il 17enne era stato raggiunto anche da altri colpi. Sul luogo della sparatoria i poliziotti hanno infatti trovato e sequestrato quattro bossoli di pistola calibro 9×21 e un’ogiva. Al momento gli investigatori non confermano l’ipotesi del delitto maturato dopo un litigio e non escludono altri motivi alla base dell’omicidio, benché la tesi dei futili motivi sia per ora la più probabile: la vittima, infatti, era incensurata.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS