APRE AL PUBBLICO LA COLLEZIONE DELL’ENTE CASSA DI RISPARMIO DI FIRENZE Le opere più preziose dal ‘200 al ‘900 esposte in via Bufalini dal 1 ottobre 2016 al 15 gennaio 2017

327

Dal primo ottobre al 15 gennaio apre al pubblico la collezione d’arte dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze (Crf). “In collezione. Un percorso d’arte dal XIII al XX secolo” rende fruibile per la prima volta una selezione della collezione d’arte nella sede della Fondazione via Bufalini 6, a Firenze. Più di 900 opere tra dipinti e sculture, oltre a diverse migliaia di disegni e litografie degli artisti Pietro Annigoni e Luciano Guarnieri.

Formatasi nel corso del Novecento grazie ad acquisizioni effettuate dalla Cassa di Risparmio, tra il 2000 e il 2001 la collezione è stata in gran parte rilevata dalla Fondazione per evitarne la frammentazione impedendo così la dispersione di opere importanti legate alla storia della città. L’Ente Cassa ha a sua volta effettuato nuove acquisizioni finalizzate a migliorarne contenuti e qualità, ma sempre strettamente connesse alla storia di Firenze e della Toscana.

Il progetto scientifico del nuovo allestimento, a cura di Carlo Sisi, direttore della Commissione Tecnica Arte interna all’Ente, ha previsto una selezione delle opere di maggior pregio, accolte negli spazi di rappresentanza degli uffici della Fondazione. Ogni sala racconta un episodio della storia figurativa italiana e in particolar modo toscana, dal XIII al XX secolo: da Giotto, Mariotto di Nardo, Filippino Lippi, Perugino e Vasari, ai pittori macchiaioli e naturalisti come Giovanni Fattori, Odoardo Borrani, e Eugenio Cecconi, fino ai protagonisti del Novecento come Lorenzo Viani, Giovanni Colacicchi e Primo Conti. La visita è preceduta da una camera immersiva, allestita nel salone di ingresso, che introduce alla collezione con proiezioni multimediali e multisensoriali realizzate da ArtMediaStudio.

L’ingresso è gratuito e la collezione è visitabile solo su prenotazione e con visite guidate a numero chiuso il sabato, la domenica e nei giorni festivi telefonando allo 055 5384001. L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Firenze.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS