NAUFRAGIO AL LARGO DELL’EGITTO, RECUPERATO IL BARCONE. SALE A 204 IL BILANCIO DEI MORTI Nel frattempo è stato recuperato anche il barcone che, come riportato dalla pagine Facebook dei servizi marittimi del petrolio, si trovava a 12 metri di profondità

355
naufragio

Si aggrava sempre di più il bilancio del naufragio che si è verificato mercoledì scorso davanti alle coste settentrionali dell’Egitto. Nella giornata di ieri, infatti, sono stati recuperati “33 nuovi corpi” che hanno fatto salire il bilancio delle vittime a 204. A renderlo noto è il sindaco della città di Metoubas, Ali Abdel Sattar, intervistato dall’agenzia di stampa Mena. Il primo cittadino della località egiziana ha comunicato che tra i cadaveri, sei dei quali sono stati identificati, c’è anche un bambino di soli 4 anni.

Nel frattempo è stato recuperato anche il barcone che, come riportato dalla pagine Facebook dei servizi marittimi del petrolio, si trovava a 12 metri di profondità. Inoltre, è stato pubblicato anche un video delle operazioni di recupero che sono state svolte nel Mediterraneo.

Lo scorso mercoledì, immediatamente dopo il naufragio, la guardia costiera e le altre squadre di soccorso avevano annunciato di aver salvato 164 migranti di nazionalità siriana, egiziana e di altri stati africani. Non è ancora chiaro quante persone si trovassero a bordo del barcone quando ha iniziato a imbarcare acqua e poi è affondato. Infatti, alcune agenzia di stampa parlano di almeno 600 persone, mentre altre riferiscono di un massimo di 450 migranti a bordo del natante.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS