SERIE A: FRENANO ROMA E INTER, BENE LAZIO E SASSUOLO Francesco Totti realizza il suo 250° gol in campionato ma i giallorossi perdono contro il Torino

205
inter

L’Inter pareggia in casa con il Bologna, 1-1 con reti di Destro e Perisic, è terza da sola a quota 11 punti ma perde il passo su Juve e Napoli, che ora la precedono rispettivamente di quattro e tre lunghezze dopo sei giornate. La Lazio batte 2-0 l’Empoli all’Olimpico e raggiunge a quota 10 i cugini della Roma, sconfitti 3-1 all’Olimpico nel match dell’ora di pranzo. Anche i rossoblu di Donadoni raggiungono il gruppetto a dieci punti, che comprende pure il Chievo.

Sale a 9 punti il Sassuolo, che ha battuto 1-0 l’Udinese con la quarta rete in questo campionato di Defrel mentre il Genoa ridotto in nove per due espulsioni pareggia 1-1 con il Pescara (prima rete in A di Giovanni Simeone, 21enne figlio di Diego) e si trova a quota otto punti. In serata Fiorentina e Milan hanno pareggiato 0-0. Si chiude lunedì con Cagliari-Sampdoria e Crotone-Atalanta.

Fiorentina Milan hanno pareggiato 0-0 nel posticipo domenicale della Sesta giornata di serie A. I viola hanno tenuto un atteggiamento più aggressivo nel primo tempo, mettendo più volte i brividi a Donnarumma, anche se l’unica vera occasione è stata il rigore concesso da Orsato per fallo di Calabria su Borja Valero. Ilicic, infallibile finora dal dischetto in campionato, ha invece calciato sul palo alla destra del portiere rossonero.

Nella ripresa il Milan ha fatto qualcosa in più, ma Bacca non ha trovato il varco giusto come spesso gli accadeva ultimamente, mentre i viola, con il calare delle forze, sono stati meno brillanti e pericolosi. Il punto esterno porta i rossoneri a quota 10 punti, con le due romane, Chievo e Bologna. La Fiorentina, con una gara da recuperare, sale a otto.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS