SVEZIA, NOTTE DI PAURA PER UNA SPARATORIA IN STRADA: 4 FERITI La polizia di Malmo per ora tende a trattare la sparatoria come un tentato omicidio

190
malmo

Paura a Malmo, città del sud della Svezia, per una sparatoria che intorno alle sette di ieri sera ha provocato il ferimento di quattro persone. Secondo gli inquirenti – riportano i siti locali – delle persone a bordo di motorini hanno esploso almeno venti colpi di arma da fuoco nel cortile di una palazzina contro un’auto che avevano in precedenza inseguito nelle strade del quartiere di Heleneholm.

Un testimone oculare ha sostenuto i colpi sono stati sparati da persone a bordo di un’Audi, ripartita a grande velocità. La polizia avrebbe trovato bossoli sulla scena della sparatoria e l’Audi abbandonata poco distante. Dei quattro feriti, solo uno risulta ricoverato in un ospedale – i media locali descrivono una persona colpita alla testa – dove si è raccolta una folla di decine di persone che la polizia ha dovuto tenere a distanza.

La polizia per ora tende a trattare la sparatoria come un tentato omicidio. Altri testimoni parlano di un’esplosione seguita agli spari, sempre in città, ma per ora non ci sono informazioni in merito. Gli artificieri sono stati inviati sul posto e non è nemmeno chiaro se la sparatoria e l’esplosione siano collegati tra loro o se si tratti di un atto terroristico. Il portavoce della polizia Ewa-Gun Westford ha detto: “Abbiamo un operazione in corso nella zona. Altro non sappiamo”.

In città, al momento dell’attacco, c’era una forte presenza di agenti di polizia perché si stava svolgendo il derby calcistico fra le squadre Malmo Ff e Helsingborgs. A Malmo, ribattezzata da alcuni media la “Chicago svedese”, c’è un altissimo tasso di violenza endemica che ha prodotto nel solo 2014 24 esplosioni e 68 sparatorie, frutto di regolamenti di conti fra gruppi criminali.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS