PADOVA, IN MOSTRA L’IMPRESSIONISMO DI ZANDOMENEGHI "L'Impressionismo di Zandomeneghi" è una mostra che parte dagli esordi dell'artista fino all'incontro con la Macchia e alla maturità del periodo parigino

711
padova

Padova ospiterà ben 100 opere di Federico Zandomeneghi, uno degli artisti impressionisti più famosi e apprezzati in Italia, con una mostra che si terrà negli spazi di Palazzo Zabarella, dal 1 ottobre al 29 gennaio. Figlio d’arte, Zandomeneghi preferì la pittura alla vocazione di famiglia, la scultura. Il nonno Luigi era stato intimo di Canova e il padre Pietro aveva realizzato il grandioso Monumento di Tiziano nella basilica dei Frari a Venezia.

“L’Impressionismo di Zandomeneghi” è una mostra che parte dagli esordi dell’artista, fino all’incontro con la Macchia e alla maturità del periodo parigino. Cento opere provenienti dalle maggiori collezioni pubbliche e private, italiane e internazionali, per raccontare il protagonista, con Giovanni Boldini e Giuseppe De Nittis, della triade degli “Italiens de Paris”, capace di cogliere il fascino e le atmosfere uniche di piazze e boulevard, della vita mondana che si svolgeva nei caffè e nei teatri.

L’importante rassegna rientra nelle celebrazioni per i cento anni della morte del pittore veneziano, amico di Pissarro, Renoir, Degas e di Toulouse-Lautrec. La mostra è promossa dalla Fondazione Bano e curata da Francesca Dini e Fernando Mazzocca e intende, appunto, sottolineare come Zandomeneghi sia stato in effetti l’unico italiano a partecipare alle sperimentazioni impressioniste del tempo.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS