SPAZIO, LA NASA A CACCIA DI ASTEROIDI: “ULTERIORE PASSO PER VIAGGIO SU MARTE” Lo studio degli asteroidi potrebbe rivelarsi molto utile per capire più cose sul nostro sistema solare

566
nasa

La Nasa è pronta a lanciare una missione spaziale che ha l’obiettivo di “catturare” pezzi di asteroide per studiarne la composizione. Si tratta di un progetto ambizioso, che rientra negli studi necessari a pianificare un futuro viaggio su Marte. A dare l’annuncio ufficiale  è stato l’advisor del presidente Barack Obama per la scienza e la tecnologia, John P.Holdren, insieme al direttore della Nasa, Charles Bolden, e allo staff del Goddard Space Center dell’agenzia spaziale in Maryland.

“Asteroid Redirect Mission”, questo è il nome della missione spaziale, rappresenta ” un passo importante verso il viaggio su Marte”, ha commentato Bolden, il quale ha specificato che il progetto avrà inizio entro il 2021. L’Arm si divide in due fasi: durante la prima, detta Arrm (Asteroid Redirect Robotic Mission), una sonda elettrica a propulsione solare munita di braccio meccanico,  aggancerà l’asteroide per estrarne un masso e trasferirlo nell’orbita lunare.

Per la seconda fase, hanno precisato i ricercatori della Nasa, bisognerà aspettare il 2026, quando entrerà in gioco l’equipaggio umano: con una capsula Orion due astronauti raggiungeranno un frammento celeste abbastanza grande per recuperare altri campioni e svolgere alcune importanti analisi.

Ma perché gli scienziati sono così interessati agli asteroidi? La risposta è semplice: si tratta di corpi celesti di origine molto antica e, per questo, il loro studio potrebbe rivelarsi molto utile per capire più cose sul nostro sistema solare. Infine, gli asteroidi sono considerati una fonte di metalli preziosi e rari: la missione Arm aprirebbe dunque concrete prospettive all’effettivo sfruttamento di questi giacimenti spaziali.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS