ORRORE A PARIGI: RAGAZZA STUPRATA E SEVIZIATA A POCHI METRI DALLA TOUR EIFFEL

430
PARIGI

Un altro terribile episodio di violenza, questa volta a due passi da uno dei posti più conosciuti e amati al mondo, la Tour Eiffel di Parigi. Una giovane donna che si trovava nei pressi di Champ de Mars, uno dei più bei giardini pubblici nel centro della capitale francese, è stata violentata brutalmente nella notte tra domenica e lunedì.

La vittima, secondo quanto riportato dal quotidiano “Le Parisien”, sarebbe stata attirata sul posto da una persona conosciuta su Facebook: la giovane sarebbe andata via di casa dopo una lite con la madre e avrebbe iniziato a scambiarsi messaggi sulla chat di Facebook con un uomo. Lo sconosciuto, poi, le avrebbe dato un appuntamento per il giorno successivo sul Champ de Mars, ” a bere coca-cola, mangiare fragole e uva”.

Quello che sembrava un appuntamento galante, però, si è trasfromato in un incubo senza fine: alle 5 di mattina quattro uomini – alcuni già noti alla polizia – hanno trascinato la ragazza in un boschetto dove hanno iniziato a picchiarla e stuprarla. Una violenza che, sicuramente, era stata premeditata visto che ai piedi degli alberi dove si sarebbe consumato lo stupro di gruppo sono state ritrovate coperte e lenzuola.

E’ stata una coppia canadese intenta a fare jogging a ritrovare la ragazza, mentre urlava in preda alla disperazione: la violenza era infatti ancora in corso e l’arrivo dei due turisti ha fatto fuggire i criminali, ponendo fine al calvario della giovane. “Senza di loro, non so se avremmo trovato la ragazza viva –  ha rivelato una fonte della polizia -. La ragazza era stordita, parzialmente nuda e piangeva. I suoi stupratori l’avevano colpita, imbavagliata e minacciata di morte».

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS