AL VIA LA CHAMPIONS LEAGUE: IN CAMPO NAPOLI-DINAMO KIEV Real, Barca e Bayern le squadre superstar. Quattro italiane in Europa League, Mou favorito

428
champions

Real, Barca e Bayern sono le super favorite; City, Atletico, Psg e Juve quelle a caccia delle semifinali: è l’edizione della Champions League 2016-2017. Da martedì 13 settembre, parte il campionato europeo per club ricco e suggestivo, che offre una platea planetaria, emozioni indicibili e attira ormai più dei campionati nazionali. Il Real di Zidane e Ronaldo teme soprattutto gli arcinemici del Barca con la triade Messi-Suarez-Neymar, ma Carletto Ancelotti vuole accendere la fuoriserie Bayern targata Muller-Lewandovski e sa come vincere la Champions. Ambizioni legittime sfoggia Guardiola col suo City milionario che ha dato appena una lezione di gioco all’United di Mourinho mentre l’Atletico arcigno di Simeone è tornato in palla (stracciando il Celta) proprio per il debutto europeo. Sullo stesso piano il Psg di Emery in fase di rodaggio e il dream team Juve con un organico stellare. Nel weekend di campionato pesanti ko di Barca, Dortmund e Leicester.

I bianconeri esordiranno mercoledì ospitando una forte squadra alterna come il Siviglia e vogliono vendicarsi della beffa 2015 di Llorente che è costata il primato nel girone. Il Napoli, che ha mezzi e gioco per superare la fase a gironi, la precederà nell’impegnativa trasferta con la Dinamo Kiev, reduce dal buon pari in casa dello Shakhtar. Scatterà giovedì anche l’Europa League con Roma, Sassuolo, Fiorentina e Inter in una competizione nobilitata dal Manchester United di Ibra e Mourinho. Si parte domani con i riflettori puntati sul gruppo C dove sono presenti il Barca e il City impegnate in casa col Celtic (che ha strapazzato i Rangers) e il Moenchengladbach, reduce dal ko a Friburgo. I catalani dovranno reagire all’inopinato ko con l’Alaves frutto di un esagerato turnover. L’incontro clou della serata è però la sfida del gruppo A Psg e Arsenal che si affronteranno a Parigini coi padroni di casa ancora imballati, ma anche i londinesi solo su rigore si sono sbarazzati sabato del Southampton. Esordio in condizioni ambientali difficili per il Napoli di Sarri a Kiev, ma i partenopei hanno un girone, il B, senza squadroni visto che se la possono battere ad armi pari anche con Benfica e Besiktas, impegnate nell’altra gara. In campo domani anche il Bayern che procede spedito e nel gruppo D dovrebbe sbarazzarsi di un avversario tosto come il Rostov.

Mercoledì in campo il Real Madrid che ha appena recuperato Ronaldo e ha strapazzato 5-2 l’Osasuna: affrontrerà nel gruppo F un avversario insidioso come lo Sporting. Più complesso sarà però battere il Dortmund che comincia il suo cammino giocando in casa del Legia dopo il duro ko con la matricola Lipsia. Sarà la serata d’esordio per la Juve turbo di Higuain alle prese coi tripli vincitori dell’Europa League, il Siviglia, che però non hanno più Emery, hanno cominciato perdendo due supercoppe e sabato hanno ribaltato la gara con Las Palmas senza convincere. Per i bianconeri è un girone da favoriti visto che Lione e Dinamo Zagabria sembrano meno competitivi. Il Leicester di Ranieri (dopo la batosta col Liverpool) debutta in casa del Bruges in un gruppo in cui il tecnico romano contenderà il primato al Porto, che ha fatto fuori i giallorossi, e ospiterà il Copenaghen. Completano il programma Basilea-Ludogrets (girone A) e Leverkusen-Cska (mercoledì, girone E).

Nutrita la pattuglia italiana in Europa League, spesso presa sottogamba. Partono giovedi’ i gironi con la Roma e la Fiorentina impegnate in trasferte. I giallorossi, reduci dal 3-2 in recupero con la Samp e Totti protagonista, affrontano il Viktoria Plzen che ha vinto gli ultimi due titoli e tre anni fa ha strapazzato il Napoli. I viola, in fase involutiva, giocheranno a Salonicco contro il Paok che ha cominciato ieri la stagione con una vittoria. L’Inter dopo la difficile vittoria di Pescara griffata Icardi non dovrebbe avere difficoltà in casa con gli israeliani del Beer Sheva, che però hanno sfiorato la Champions eliminando l’Olympiacos e poi facendo soffrire il Celtic. Più consistente l’impegno del Sassuolo che, dopo il netto ko con la Juve, riceve l’Athletic Bilbao, squadra esperta e che ieri si è sbloccata in Liga. Il clou della competizione è la sfida Feyenoord-United, esordio per Mourinho e Ibra dopo la delusione del derby. Il Nizza di Balotelli (esordio boom ieri con una doppietta in LIgue1) se la vedrà invece con lo Schalke e il Panathinaikos di Stramaccioni riceverà l’Ajax.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS