HILLARY SI SCAGLIA CONTRO TRUMP: “LO VOTANO RAZZISTI E MISERABILI” “Ha insultato milioni di americani”, ha risposto su twitter il capo della campagna del magnate americano

654

Si colora di toni sempre più accesi la corsa alla Casa Bianca. Hillary Clinton, intervenendo a un evento Lgbt a New York, ha definito i sostenitori di Donald Trump “razzisti, sessisti, xenofobi e islamofobi”. “Per semplificare – ha proseguito la candidata democratica – si può mettere la metà dei supporter di Trump in quello che io chiamo il ‘cesto dei miserabili’, e sfortunatamente ci sono persone così, che lui ha portato in alto. Mentre l’altra metà, sono individui delusi con disperato bisogno di cambiamento”. Secondo la Clinton i supporter del magnate Usa sono individui delusi dalla situazione economica e dal governo. “Loro non credono a tutto quello che lui dice – ha aggiunto – ma comunque ricevono una qualche speranza di vedere cambiare la loro vita, e queste persone vanno comprese”.

Pronta è arrivata la replica dei repubblicani. “Ha insultato milioni di americani”, ha risposto su twitter il capo della campagna di Trump, Kellyanne Conway, coniando l’hashtag #desperate. Anche l’entourage di Hillary ha tenuto a precisare, tramite la portavoce Nick Merrill, che il riferimento era ai cosiddetti “alt-right”, movimento di estrema destra attivo soprattutto su internet e accusato dai critici di essere espressione di bianchi nazionalisti bigotti. Ma la Clinton, comunque, sta criticando con una certa veemenza il suo avversario alle presidenziali. Infatti, recentemente, riguardo alle lodi intessute da Trump al leader del Cremlino – a suo avviso migliore di Barack Obama – ha affermato: “Cosa direbbe Ronald Reagan su un candidato repubblicano che attacca i generali americani e riempie di apprezzamenti il presidente russo?”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS