BANGLADESH, SCOPPIA UNA CALDAIA IN UNA FABBRICA TESSILE: 22 MORTI Il vice direttore dei vigili del fuoco del distretto ha detto che finora sono state recuperate solo 11 salme

472
bangladesh

Almeno 22 persone sono morte e altre 70 sono rimaste ferite a causa di una forte esplosione di una fabbrica tessile in Bangladesh. L’incidente è avvenuto a Tongi (nel distretto di Gazipur) a circa 25 chilometri a nord dalla capitale del Paese, Dacca. L’incendio è divampato intorno alle 6 di questa mattina, ora locale, a causa della deflagrazione di una caldaia.

Al momento dello scoppio, le cui cause rimangono ancora da accertare, nella palazzina di 4 piani si trovavano almeno un centinaio di operai. Il bilancio delle vittime potrebbe aggravarsi ulteriormente dal momento le fiamme non sono ancora state domate e fra le macerie potrebbero trovarsi altri corpi. Almeno 20 dotazioni dei vigili del fuoco, riferisce il quotidiano The Daily Star, stanno operando nel tentativo di domarlo.

Akhtaruzzaman, vice direttore dei vigili del fuoco del distretto, ha infatti confermato che finora sono state recuperate solo 11 salme a causa delle difficoltà nel procedere nelle ricerche. Un portavoce del posto di polizia nel Dhaka Medical College Hospital, Bacchu Miah, dove sono stati ricoverati alcuni feriti, ha detto che almeno quattro di quelli arrivati all’ospedale sono morti. Il chirurgo responsabile dell’ospedale di Tongi, Mia Parvez, ha detto che finora hanno ricevuto circa 70 feriti. Dodici dei feriti sono stati ricoverati in ospedale, 29 inviati direttamente agli ospedali a Dacca e 30 hanno ricevuto cure sul posto.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS