TERREMOTO: POSTICIPATA AL 19 SETTEMBRE L’APERTURA DELLE SCUOLE A RIETI Il comune laziale deve ancora ottenere i referti di agibilità e funzionalità. Gabrielli fa i complimenti alla Protezione Civile

431
facebook

Apertura delle scuole posticipata al 19 settembre nel comune di Rieti, ancora scosso dal sisma del 24 agosto. L’ente locale è in attesa di ottenere i referti di agibilità e funzionalità post-terremoto di tutti gli edifici scolastici della città. “Ho ritenuto – afferma in una nota il sindaco Simone Petrangeli – di posticipare l’apertura delle scuole per avere il quadro completo delle ispezioni e delle verifiche che si stanno ultimando in queste ore presso tutti gli edifici scolastici della città. Fino ad ora tutti gli edifici ispezionati hanno ottenuto l’agibilità e funzionalità post-sisma ed è lecito ritenere che anche le prossime ispezioni diano il medesimo esito”.

Per il soccorso delle popolazioni colpite è stata fondamentale l’opera della Protezione Civile, cui sono arrivati i complimenti dell’ex capo Franco Gabrielli. “Sono persone di grandissimo valore, stanno facendo molto bene, stanno puntando tutto loro stessi in situazioni che poi sono diverse – ha detto l’attuale numero uno della Polizia-. Ogni territorio è diverso, ogni evento è diverso. Quello che invece riscontro con grande soddisfazione, non come ex Capo dipartimento, ma come cittadino di questo Paese, è la capacità di risposta del nostro sistema di protezione civile, sempre molto alto all’altezza delle nostre tradizioni”.

Secondo Gabrielli “la capacità di risposta del nostro sistema di protezione civile alle emergenze è sempre molto alto e all’altezza delle nostre tradizioni”. L’ex prefetto di Roma ha poi detto di non avere consigli da dare. “Ho grande rispetto per le persone con le quali peraltro in gran parte ho condiviso la mia esperienza, uomini e donne di grandissimo valore ed esperienza, che stanno facendo molto bene e che come al solito stanno buttando tutti loro stessi in situazioni in cui – ricordava l’attuale capo dipartimento, Fabrizio Curcio – ogni situazione nel ogni territorio, ogni evento sono diversi”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS