A RIO I GIOCHI PIU’ EMOZIONANTI: SONO INIZIATE LE PARALIMPIADI Oggi le prime gare. Ventidue le discipline riservate ai disabili. Tra gli azzurri c'è Alex Zanardi

675
zanardi

A Rio de Janeiro la fiaccola Olimpica si riaccende. Sono, infatti, iniziate le paralimpiadi, riservate ad atlete portatori di handicap selezionati in base ai criteri stabiliti dal Comitato Paralimpico Internazionale. La cerimonia inaugurale si è svolta allo stadio Maracanà quando in Italia erano le 23.45, mentre le gare inizieranno oggi e si concluderanno il 18 settembre. Il palcoscenico sarà rappresentato dalle strutture che hanno ospitato i Giochi Olimpici sino a poche settimane fa.

Gli sport alle Paralimpiadi 2016 sono 22: l’atletica leggera, le bocce, il calcio a 5-un-lato e il calcio a 7-un-lato (entrambi per persone con disabilità visive), la canoa, il canottaggio, il ciclismo su strada e su pista, l’equitazione, il goalball (un gioco simile alla pallamano che si gioca in squadre di tre atleti con disabilità visive), il judo, il nuoto, il basket in sedia a rotelle, la pallavolo, il sollevamento pesi, il rugby in sedia a rotelle, la scherma in sedia a rotelle, il tennis in sedia a rotelle, il tennistavolo, il tiro, il tiro con l’arco, il triathlon e la vela. È la prima volta alle Paralimpiadi per la canoa e per il triathlon.

Tra gli atleti italiani il più noto è Alex Zanardi. Ex pilota di automobilismo nel 2001 fu protagonista di un gravissimo incidente in pista che rese necessaria l’amputazione di entrambe le gambe. Ma lui non si è arreso, diventando campione di paraciclismo. Vanta due ori ai Giochi Paralimpici di Londra 2012 e otto titoli ai campionati mondiali su strada.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS