SISMA, I MODULI DI EXPO SARANNO UTILIZZATI COME STRUTTURE DI SERVIZIO Non saranno usati come abitazioni. Lo ha annunciato il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio

651
expo

Da Milano arriva un aiuto concreto alle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto. I moduli abitativi utilizzati per Expo saranno, infatti, utilizzati per strutture “di servizio” come scuole, attività varie e altro. Lo ha detto il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, al termine della riunione tenuta presso la Prefettura di Rieti con il governatore della Lombardia Roberto Maroni e il commissario alla ricostruzione Vasco Errani.

“La linea tracciata per le unità abitative – ha spiegato Curcio – è quella delle cosiddette casette, per cui questi moduli non trovano spazio per un utilizzo di tipo abitativo. Non è escluso però che quota parte di questi prefabbricati possano essere utilizzati per finalità particolari. Il parco è vasto, e la collaborazione con la Regione Lombardia è continuamente attiva”.

Maroni ha affermato che “ci sono altre strutture a disposizione, oltre ai moduli abitativi, che possono essere messi a disposizione per scuole o strutture di servizio non appena definito il piano di intervento da parte della Protezione Civile saremo pronti a trasferire le unità in pochi giorni. E’ questo – ha sottolineato – il contributo che vogliamo dare come Regione, e non è escluso che ciò che non serve nell’immediato non possa rendersi utile nel prossimo futuro”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS