PELLE’-CANDREVA E IMMOBILE STENDONO ISRAELE, VENTURA PUO’ SORRIDERE Esordio positivo alle qualificazioni Mondiali per la nuova Italia. Azzurri in dieci per l'espulsione di Chiellini

400
italiaisraele

Graziano Pellè si riprende l’Italia e regala a Gianpiero Ventura la vittoria che conta contro Israele. L’attaccante salentino, che deve riscattare il rigore con lo “scavino” costatogli mille critiche dopo l’eliminazione dagli ultimi Europei, apre le marcature nel confronto valevole per la qualificazione ai Mondiali di Russia 2018. Completano la festa azzurra Antonio Candreva e Ciro Immobile. La rete del centravanti dello Shandong sblocca un’Italia imballata, che deve ancora trovare la quadratura del cerchio dopo l’arrivo di Ventura.

Allo stadio “Sammy Ofer” l’Italia, schierata con il 3-5-2, parte bene e al 14’ passa in vantaggio: Verratti trova un varco al centro e libera Antonelli sulla sinistra, il cross è preciso e per Pellè segnare è un gioco da ragazzi. Alla mezz’ora arriva anche il raddoppio, ancora una volta da sinistra: ostacolato lievemente da Ben Bitton all’ingresso in area, Bonaventura si procura un calcio di rigore che Candreva realizza spiazzando Goresh. La nazionale di Levy, schierata con un 4-5-1 che dovrebbe trasformarsi in un 4-3-3 con gli offensivi Ben Haim e Zahavi sulle fasce, sembra già fuori dalla partita, ma un errore di Chiellini al 35’ riapre i giochi: Buffon non può nulla sul pallonetto di Ben Haim e Israele accorcia le distanze. Nel finale del primo tempo l’Italia avrebbe le occasioni per segnare il terzo gol ma il portiere Goresh nega la gioia prima a Eder e poi soprattutto a Pellè, deviandone in angolo il colpo di testa al 46’.

Al 10’ della ripresa, dopo un pallonetto impreciso di Eder e una parata di Buffon su Nir Bitton, la partita cambia perché Chiellini si fa espellere (seconda ammonizione per un fallo su Hemed) e l’Italia resta in dieci. Ventura prova ad aggiustare la squadra inserendo Ogbonna, Florenzi e Immobile, ma l’Italia soffre e al 68’ ci vuole un doppio, prodigioso intervento di Buffon su Kehat e poi Zahavi per negare il pareggio a Israele. All’83’, però, Immobile sfrutta al meglio la sponda aerea di Pellè e chiude i giochi con un destro incrociato, regalando i primi tre, importanti punti all’Italia nella corsa verso il Mondiale 2018. Prossimo impegno giovedì 6 ottobre a Torino contro la Spagna, che oggi ha rifilato otto gol al Liechtenstein.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS