NUOVA GRANA PER LA GIUNTA RAGGI: INDAGATA L’ASSESSORA ALL’AMBIENTE MURARO Inoltre, nella giornata di lunedì, l'assessore all'ambiente dovrà presentarsi in commissione Ecomafie

627
paola muraro

Un nuovo duro colpo sembrerebbe si sia abbattuto sulla giunta della Sindaca Virginia Raggi. Infatti secondo alcune indiscrezioni di stampa e secondo quanto scritto stamattina da Il Messaggero, Paola Muraro sarebbe stata iscritta nel registro degli indagati della Procura di Roma prima che la super consulente Ama assumesse l’incarico di assessore all’Ambiente, all’incirca tre mesi fa. Violazioni ambientali e abuso d’ufficio. Sono queste le due ipotesi di reato per cui la Muraro sarebbe finita nel mirino degli inquirenti.

Inoltre, nella giornata di lunedì, l’assessore all’ambiente dovrà presentarsi in commissione Ecomafie per rispondere del suo operato – un periodo di circa 12 anni – quando era consulente all’Ama. L’appuntamento con la commissione è fissato per le 17 e, dopo le polemiche sulla sua consulenza e il braccio di ferro estivo con l’ormai ex presidente di Ama Daniele Fortini, al suo fianco, in audizione, ci sarà il sindaco Virginia Raggi.

“Sono sbalordito e stupefatto dalle notizie che ho letto oggi su alcuni giornali. Ho appreso che la mia assistita, che non ha ricevuto alcuna comunicazione dalla Procura di Roma, è indagata da tre mesi per abuso di ufficio. Queste notizie non ci fermeranno, l”operazione verità” su Ama va avanti. Siamo pronti a chiarire tutto”, dice Salvatore Sciullo, legale dell’assessore all’ambiente.

Nel frattempo, la sindaca Virginia Raggi, continua a lavorare alla selezione di curricula per trovare un nuovo capo di gabinetto, un nuovo assessore al bilancio, patrimonio e partecipate, un nuovo direttore generale di Atac e un nuovo amministratore unico per Ama.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS