NORCIA, NUOVA SCOSSA DI TERREMOTO MAGNITUDO 4.3 I vigili del fuoco hanno individuato il cadavere di un'altra vittima vicino Amatrice

935

La terra continua a tremare in tutto il Centro Italia. Questa mattina una forte scossa di terremoto – magnitudo 4.3 sulla scala Richter – è stata registrata alle 3:34 a Norcia, in provincia di Perugia, ad una profondità di 11 chilometri. Lo si apprende dal sito dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). La scossa è stata chiaramente avvertita dalla popolazione di Norcia e dintorni, zona già colpita più volte dallo sciame sismico occorso dopo la prima scossa del 24 agosto. Molti cittadini sono scesi in strada per la paura, alcuni hanno passato la notte in auto, ma al momento non risultano feriti. Lo riferisce il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, precisando che vi sarebbero stati dei piccoli crolli sulle mura antiche della città e in altri punti già danneggiati dalle precedenti scosse. Verifiche più approfondite saranno svolte in giornata.

Qualche ora prima, una scossa di magnitudo 3.1 era stata registrata ad una profondità di 7 km sull’Appennino emiliano. I comuni più vicini all’epicentro – aveva reso noto sempre l’Ingv – sono stati Tornolo, Bedonia, Compiano e Albareto, in provincia di Parma. La scossa, a quanto si è appreso, è stata avvertita dalla popolazione ma anche in questo caso non ci sono stati danni a cose o persone.

Intanto, i vigili del fuoco hanno individuato il cadavere di un’altra vittima del sisma del 24 agosto. La salma è stata rinvenuta sepolta sotto le macerie di un’abitazione a Casale, una piccola frazione a poca distanza da Amatrice, dal nucleo Usar (Urban serch and rescue) del Lazio. Il corpo, a quanto si è appreso, non è ancora stato recuperato.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS