ATAC, STEFÀNO ASSICURA: “A GIORNI IL NUOVO MANAGEMENT” Rettighieri saluta dopo le polemiche con l'assessora Meleo. Il consigliere grillino: "Le dimissioni? Una scelta sua"

323
rettighieri

“Se si sono dimessi è una scelta loro. L’obiettivo è trovare il nuovo management di Atac a giorni. Si tratta di giorni, non di settimane”. Lo ha detto il presidente della commissione trasporti e vicepresidente dell’Aula Giulio Cesare Enrico Stefàno (M5S) a margine dell’assemblea capitolina parlando degli addii del dg e dell’amministratore unico dell’Atac, Marco Rettighieri e Armando Brandolese.

In una lettera inviata all’assessore ai trasporti Linda Meleo, l’ex dg contestava le cifre divulgate relative ai convogli della metro A circolanti entro metà settembre spiegando anche che i 18 milioni stanziati dalla giunta Raggi “non sono ancora disponibili perché nessun bonifico è stato effettuato da Roma Capitale verso Atac”.

In più il dg lamentava “ingerenze esterne” sull’uso e lo spostamento di personale. “Elemento di disappunto è anche la richiesta di poter agire su operazioni di personale Atac come occorso ieri al telefono – scrive Rettighieri -. Lo spostamento di alcune persone all’interno di un’azienda non può essere influenzato in alcun modo da ingerenze esterne”.

La missiva era stata resa pubblica dall’ex assessore ai Trasporti delle giunta Marino, Stefano Esposito.  “Si ricorda che il dato del 95% dei treni disponibili a settembre esplicitato dalla sindaca è stato comunicato dallo stesso dg” aveva replicato Meleo su Fb. L’attuale responsabile dei Trasporti ha poi rammentato “che i 18 milioni di euro per la manutenzione della metro A ci sono, stanziati con una delibera di giunta prima di Ferragosto, mentre la determina dirigenziale che dispone il pagamento è datata persino 12 agosto 2016”.

Quest’ultimo riferimento è a un altro passaggio della lettera di Rettighieri in cui si ribadivano le “perplessità circa la disponibilità” di questi fondi che ad oggi, diceva l’ex dg “non lo sono ancora, perché nessun bonifico è stato effettuato da Roma Capitale verso l’Atac”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS