CINA, “JACK LO SQUARTATORE” INCASTRATO DAL DNA: ARRESTATO DOPO 28 ANNI Il primo omicidio fu commesso ne 1988, anno di nascita del primo dei due figli, nella città di Baiyin e sul corpo delle sfortunata 23enne furono rilevate ben 26 coltellate

778
jack lo squartatore

E’ rimasto latitante per ben 28 anni, ma alla fine è stato incastrato grazie ai nuovi test del Dna. Dopo una caccia durata più di un quarto di secolo, le forze dell’ordine cinese sono riuscite a far scattare le manette ai polsi del serial killer che era stato ribattezzato “jack lo Squartatore cinese”.

Si tratta di Gao Chengyong, 52 anni ed è sospettato e accusato formalmente del rapimento e dell’uccisione di 11 donne bambine, in prevalenza nella provincia cinese di Gansu. E’ stato arrestato nel suo negozio di alimentari gestito con la moglie dove, secondo le indagini, sarebbero avvenuti 9 degli 11 omicidi, tra cui quello di una bambina di 8 anni.

Secondo quanto scritto dal China Daily, durante gli interrogatori l’uomo sarebbe crollato e confessato gli efferati crimini. Gao prendeva di mira giovani donne che indossavano abiti rossi, le seguiva a casa per stuprarle e poi ucciderle, spesso tagliando loro la gola e in alcuni casi rimuovendo gli organi genitali. Proprio per questo è stato associato a Jack lo Squartatore, il famoso serial killer che fece una strage nella Londra a fine 800. Il primo omicidio fu commesso ne 1988, anno di nascita del primo dei due figli, nella città di Baiyin e sul corpo delle sfortunata 23enne furono rilevate ben 26 coltellate. In seguito altri casi, a sollevare un allarme tanto grave da “impedire che le donne potessero andare in giro da sole a Baiyin”.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS